Il sindaco Bini dopo il delitto: “Complimenti ai Carabinieri. La gente non deve avere paura di uscire di casa”

19/8/2014 – “Non vogliamo che la comunità di Castelnovo avverta di vivere in un territorio insicuro, che abbia paura di uscire di casa… intendiamo coordinare al massimo possibile la nostra azione con quella delle forze dell’ordine, affinchè il controllo del territorio sia il più capillare possibile”.

Queste le parole del sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini, all’indomani del delitto di Molino Baroni. Bini esprime il proprio cordoglio alla famiglia della vittima, l’artigiano di Felina Andrea Germini, e i complimenti ai Carabinieri di Castelnovo Monti per aver risolto il caso.

“Quanto accaduto ieri ha colpito molto duramente la nostra comunità, e quella di tutto l’Appennino – dichiara il sindaco. Un fatto che, al di là di qualsiasi spiegazione e ricostruzione, resta per noi assolutamente incomprensibile. In un momento come questo non possiamo che stringerci alla famiglia di Andrea Germini.

Questo episodio, terribile ed inedito per il nostro territorio – aggiunge – pone alla nostra attenzione con ancora maggiore urgenza il tema, già emerso con decisione negli ultimi mesi, della sicurezza sociale.

Un tema che è stato da subito tra le priorità del nostro lavoro, e sul quale ora ci viene richiesto un impegno ulteriore. Non vogliamo che la comunità di Castelnovo avverta di vivere in un territorio insicuro, che abbia paura ad uscire di casa, perché sono caratteristiche che non hanno mai fatto parte della nostra società e così vorremmo che continuasse ad essere.

Intendiamo coordinare il più possibile la nostra azione con quella delle Forze dell’Ordine, affinché il presidio del territorio sia incrementato e più capillare – conclude Enrico Bini – Rivolgiamo i nostri complimenti ai Carabinieri della Compagnia di Castelnovo ed al Capitano Dario Campanella per la rapida soluzione del caso”.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Il sindaco Bini dopo il delitto: “Complimenti ai Carabinieri. La gente non deve avere paura di uscire di casa”

  1. perplesso Rispondi

    19/08/2014 alle 21:51

    Il pericolo sta anche nel chi ci mettiamo in casa, sopratutto quando non si sottovalutano le reazioni emotive di persone dall’ indole notoriamente più orgogliosa e gelosa della nostra.

    • perplessa Rispondi

      20/08/2014 alle 10:09


      reggiani materialisti e crapuloni….
      onde pieni di ‘attaccamento’ a prescindere
      spesso per oggetti o soggetti privi di qualsiasi attrattiva o forza evolutiva o più semplicemente costruttiva e armonica
      chi va con lo zoppo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *