I Carabinieri scoprono auto di lusso rubate e “mimetizzate” nei parcheggi di centri commerciali della Bassa

10/8/2014 – Parcheggi pubblici usati come centro di smistamento di auto di lusso rubate e destinate all’estero? L’ipotesi investigativa è al vaglio dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia che, nel corso dell’attività di controllo del territorio, nei parcheggi in prossimità di centri commerciali della Bassa reggiana hanno localizzato due costose auto rubate in altre province, parcheggiate in mezzo a decine di altre auto “pulite”.

Solo una coincidenza, oppure una nuova strategia messa in atto nella filiera del riciclaggio? Sembra che ai casolari, sempre più rischiosi, i riciclatori preferiscano i normali parcheggi, dove a quanto sembra le grosse auto rubate si mimetizzerebbero meglio.

Fatto sta che nel parcheggio della Coop di Guastalla i Carabinieri hanno trovato una Bmw X5 nuova fiammante rubata a Mirandola il 3 agosto scorso, mentre una Volkswagen Passat rubata a Langhirano il 29 luglio scorso è stata rinvenuta in parcheggio pubblico in prossimità della Coop di Boretto.

I due mezzi, dopo i rilevi del caso finalizzati anche a risalire agli autori dei furti attraverso le impronte lasciate dai malviventi, sono quindi stati recuperati e restituiti ai derubati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Guastalla, che ora indagano sul traffico.

Proprio nelle campagne della bassa reggiana di recente i Carabinieri di Guastalla durante un servizio di controllo del territorio hanno fatto irruzione in un’ex stalla dove erano nascoste 5 autovetture di grossa cilindrata (quattro “Bmw X6” ed una Mercedes E 220 CDI), per un controvalore di 500.000 euro, tutte risultate rubate tra le province di Roma, Milano e Vincenza.

Quest’altra circostanza induce i Carabinieri a non escludere che nella bassa reggiana possa aver base una organizzazione criminale particolarmente attiva nel riciclaggio delle auto di lusso.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *