Giro di tablet rubati. I Carabinieri recuperano iPad sparito a Rimini: lo aveva giovane reggiano

31/8/2014 – Non aveva configurato iCloud in modo tale da tracciare e quindi ritrovare i suoi dispositivi, ma è ugualmente tornato in possesso del suo iPad 2 grazie alle indagini tradizionali che i Carabinieri della Stazione di Reggio Emilia hanno condotto di concerto con i colleghi di Riccione.

I Carabinieri hanno scoperto che un giovane di 20 anni abitante a Reggio Emilia, denunciato per ricettazione, era in possesso del tablet iPad 2 rubato a Riccione a un 34enne di Varese. A seguito della denuncia del furto, i Carabinieri hanno ottenuto dalla Procura di Rimini l’acquisizione dei tabulati del dispositivo, che risultava essere associato ad una scheda telefonica intestata ad un 20enne abitante a Reggio Emilia.

Le ulteriori attività investigative venivano quindi passate ai Carabinieri della Stazione di Corso Cairoli che avviavano i dovuti accertamenti per appurare l’effettiva esistenza dell’intestatario dell’utenza telefonica e soprattutto stabilire se lo stesso avesse in uso il numero e quindi il tablet rubato. Così il giovane reggiano è stato trovato in possesso del tablet che dal codice IMEI risulta inequivocabilmente essere quello rubato a Riccione.

L’uomo, denunciato come ricettatore, ha affermato di aver acquistato a Reggio Emilia da uno sconosciuto nordafricano il tablet pagato 250 euro. Su quest’ultima figura ora si concentrano le indagini dei Carabinieri per risalire alla filiera che da Riccione, dove il tablet è stato rubato, si è snodata sino a Reggio Emilia dove il dispositivo è stato ricettato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *