Delitto, alla Pieve di Castelnovo Monti i funerali di Andrea Germini. Il marocchino lo ha ucciso con una lama

23/8/2014 – Oggi pomeriggio sabato, il triste addio a Andrea Germini, il padre di famiglia ammazzato lunedì mattina nella boscaglia di Molino Baroni a poca distanza del ponte di Pianello dal marocchino Abdelkebir Fettah, di 28 anni, reo confesso. Germini, 32 anni, era sposato, con una bimba di sei anni e con la moglie incinta di quattro mesi.

La cerimonia funebre si svolgerà nella chiesa della Pieve. La partenza della salma alle 14,30 dall’azienda agricola di via Martiri di Legoreccio, località Croce, a Castelnovo Monti, dove Germini viveva con la famiglia.

Dall’autopsia, secondo indiscrezioni rilanciate dal Resto del Carlino, emergerebbe che la ferita mortale alla testa sarebbe stata provocata non da una pietra, come si è ritenuto sino a ieri e come in effetti aveva detto l’assassino, bensì da una lama.

La ferita inferta al capo del giovane, infatti, sarebbe compatibile con un oggetto tagliente. Tuttavia l’arma non è stata ancora trovata, nonostante le ricerche sul posto condotte dai Carabinieri anche con unità cinofile.

Ieri mattina il Gip Angela Baraldi di Reggio Emilia ha convalidato l’arresto di Fettah ordinandone la custodia in carcere per omicidio volontario e tentata soppressione di cadavere.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *