Correggio, anche i bambini vendono droga. Due pusher a domicilio di 16 anni presi dai carabinieri

20/8/2014 – Spacciatori di erba… in erba. È sempre più diffusa la piaga dei ragazzi minorenni che si danno da fare nel mercato della droga.

L’ultimo caso riguarda due pusher di 16 anni, reggiani, che rifornivano anche dei quarantenni. Sono stati denunciati per spaccio di stupefacenti alla procura dei Minori dai Carabinieri di Correggio.

Insospettabili in quanto incensurati ma non per questo meno scaltri nella compravendita di stupefacenti, che li vedeva, con le dovute precauzioni, gestire a domicilio lo spaccio di hashisc e marijuana.

I loro movimenti non sono però sfuggiti ai militari correggesi. Nei guai anche un loro cliente di 21 anni che i Carabinieri hanno segnalato quale assuntore avendolo trovato in possesso di una dose di marijuana appena comprata dai due ragazzini.

A loro i Carabinieri di Correggio hanno sequestrato alcuni grammi di hascisc, 135 euro in contanti provento dello spaccio, 2 cellulari utilizzati per i contatti con i clienti ed un bilancino di precisione.

I due applicavano applicavano una tattica che, a loro modo di vedere, avrebbe dovuto assicurargli l’impunità: contatti telefonici brevi e criptati, con indicazioni di quando andare a prendere lo stupefacente a domicilio.

L’accorgimento di evitare assembramenti sotto casa per non destare sospetti non è bastato: alcuni consumatori, noti ai Carabinieri e osservati nei pressi del domicilio dei due minori, hanno insospettito i militari, che si sono appostati sino a vedere una cessione a favore di un 21enne: è stato uno scambio fulmineo, con i minori subito tornati dentro casa una volta venduta la droga.

I carabinieri hanno fermato il cliente, il 21enne poi segnalato come assuntore. Questi ha cercato di sviare i controlli, gettando a terra l’involucro con la marijuana, recuperata dai Carabinieri. Quindi la “visita” ai due baby-pusher, che nascondevano negli slip i tre grammi di hashisc e i 135 euro frutto del commercio illegale. Tutto veniva sequestrato, insieme ai cellulari e a un bilancino di precisione rinvenuto in garage.

Tremano fornitori di droga e clienti, per lo più adulti tra i 20 e i 40 anni: l’esame dei cellulari permetterà di ricostruire la filiera dello spaccio.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Correggio, anche i bambini vendono droga. Due pusher a domicilio di 16 anni presi dai carabinieri

  1. famiglia fottuta Rispondi

    21/08/2014 alle 11:47

    difficile oppure NON CONVIENE… ammetterlo?
    VERGOGNATEVI.

  2. nunzia Rispondi

    13/02/2018 alle 19:04

    tutte cazzate hanno fatto in film di eroe ma i fatti nn sono andati cosi …qui nn ce niente da vergognarsi i minorenni nn centravano nulla il 21 anni e il 20 e40 anni nn esistono ma 3 grammi nn cera erano 0,02 una canna hascisc …mai trovata marijuana…hanno trovato semplicemente un bilancino …cari giornalisti i riassunti spiegatele bene perche la storia dei fatti nn e andata cosi ….e se ci e stata seguestrati cellulari e 135,00 euro vi comunico che erano il mantenimento…e poi dopo tutto questi sono fatti miei nn devo dare spiegazione a persone che contono cazzate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *