Colpo del gruppo Coopservice. Steris, colosso mondiale Usa, entra nella controllata Servizi Italia

5/8/2014 – Il gruppo Coopservice ha messo a segno un colpo di rilevanza internazionale: oggi è stato annunciato l’ingresso nella controllata Servizi Italia (quotata nel segmento Star di Piazza Affari) della multinazionale americana Steris, leader mondiale nel settore della sterilizzazione in ambito sanitario.

58 musica

L’accordo equivale a un terremoto nel mondo degli appalti dei servizi ospedalieri in outsourcing (forniti da aziende esterne) perchè Servizi Italia, già leader nel settore, aumenterà ulteriormente la sua qualità competitiva. Inoltre per la società parmense l’alleanza apre nuove porte al business sui mercati esteri.

Il consiglio di amministrazione di Servizi Italia ha approvato l’avvio di una partnership con Steris Corporation, gruppo statunitense quotato al Nyse (Borsa di Wall Street) con una capitalizzazione di oltre 3,1 miliardi di dollari. Steris è leader mondiale nello sviluppo e commercializzazione di soluzioni di prevenzione, controllo e assistenza per il business della sterilizzazione in ambito sanitario, farmaceutico e di ricerca e sviluppo.

L’accordo è strutturato in due fasi.
La prima fase, che dovrebbe concludersi entro il mese di settembre/ottobre 2014, prevede che il partner entri a far parte della compagine sociale di Servizi Italia attraverso un aumento di capitale riservato di ammontare pari al corrispettivo in euro di 5.000.000 di dollari. Attualmente il capitale sociale di Servizi Italia è di 27 milioni, 406 mila euro.

Il prezzo di emissione delle nuove azioni nell’ambito dell’aumento di capitale riservato sarà pari a 4,864 euro, con un premio dell’11,2% rispetto al prezzo di mercato del titolo alla chiusura del 4 agosto 2014.

La seconda fase dell’accordo, da effettuarsi entro 18 mesi dal perfezionamento dell’aumento di capitale riservato, prevede che venga proposta all’assemblea straordinaria dei soci l’attribuzione al consiglio di una delega ai sensi dell’art. 2443 cod. civ per deliberare un ulteriore aumento di capitale, per un importo complessivo massimo pari al corrispettivo in euro di 5.000.000 di dollari e da attivarsi esclusivamente con l’obiettivo di finanziare lo sviluppo di uno o più specifici progetti di sterilizzazione in Italia o all’estero.

In alternativa – anche solo parziale – all’emissione di nuove azioni, Servizi Italia avrà la facoltà di cedere al partner azioni proprie al prezzo corrispondente al prezzo di emissione.

Qualora il progetto da finanziarsi sia all’estero, l’accordo offre al Partner l’alternativa di sottoscrivere sino al 49% del capitale del veicolo estero, fermo restando che Servizi Italia deterrà comunque una quota non inferiore al 51% di detta nuova società estera.

Infine, l’accordo prevede che, al momento della sottoscrizione dell’aumento di capitale riservato, entrerà in vigore un contratto di fornitura fra Steris e Servizi Italia per una durata di 5 anni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *