Città infestata dagli ubriaconi della notte. Magrebino minaccia italiano, poi ruba bici e viene arrestato

2/8/2014 –  Tutte le notti i poliziotti impegnati nelle zone della movida, devono fare i conti con ubriaconi che seminano cocci di bottiglie, si lavano nella fontana del Valli e pure spacciano, come nel caso del magrebino arrestato l’altra sera che prima ha aggredito un agente, poi ha danneggiato una Volante a calci e testate, e infine gli hanno trovato addosso un po’ di eroina.

Un’altra scena squallida stanotte nel salotto di Piazza S. Prospero a Reggio, scena che si è conclusa con un arresto per furto aggravato. Era mezzanotte e mezza quando una Volante ha sorpreso due persone discutere, uno dei quali, un magrebino in stato di manifesta ubriachezza, particolarmente aggressivo e offensivo.

L’altra persona coinvolta era italiano, che ha dichiarato di voler denunciare il nord africano per le minacce subite prima dell’arrivo della Polizia, quando brandendo una bottiglia lo straniero gli aveva rivolto pesanti minacce.

L’uomo protagonista degli eccessi da alcol veniva accompagnato in Questura ed identificato in un 28enne algerino, irregolare sul territorio, sanzionato per ubriachezza molesta e invitato a presentarsi all’Ufficio Immigrazione il giorno successivo per ultimare l’iter che riguardava la sua posizione sul territorio nazionale.

Circa un’ora dopo una Volante sorprendeva in viale Piave lo stesso uomo a bordo di una bicicletta da donna rubata, come poi accertato, in un cortile di via Tondelli.

Nel cestino posteriore della bici vi era la catena a maglie che bloccata la bici, ed il relativo lucchetto frantumato con una pietra. Il cittadino algerino Fathi Samor, con numerosi precedenti, è stato arrestato per furto aggravato.

DENUNCIATO DALLA POLIZIA PER RESISTENZA A P.U.

La scorsa notte in via G. da Castello, nell’ambito dei servizi disposti dalla Polizia di Stato per contrastare gli eventuali eccessi derivanti dalla cosiddetta “movida”, una pattuglia alle ore 01,30 circa nell’identificare e nell’ammonire verbalmente un gruppetto di ragazzi un po’ troppo esuberanti si trovava a fronteggiare una reazione spropositata e immotivata di tre giovani di colore.

La loro insofferenza montava sempre di più, in particolare uno dei tre, evidentemente con ambizioni di leadership, diventava irascibile ed aggressivo, rifiutandosi di esibire documenti d’identità.

Gli Agenti a fatica riuscivano a far salire in macchina il giovane extracomunitario e a condurlo in Questura ove, dopo le operazioni di identificazione, il 18enne ivoriano veniva denunciato per Resistenza a Pubblico Ufficiale e poi congedato.

​Risultati conseguiti negli ultimi due giorni di controllo:

• 46 persone identificate, di cui 29 straniere;
•  3 esercizi pubblici controllati;
•  1 arresto;
•  3 persone irregolari espulse;
•  1 ghanese accompagnato al CIE;
•  1 prostituta identificata ed allontanata;
•  2 persone sanzionate per ubriachezza in luogo pubblico.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. la città delle perZone Rispondi

    03/08/2014 alle 13:33

    bell’ambientino…
    culturalmente alla page
    direi ‘fikissimo’…alla renzie style per capirci…
    🙁 🙁 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *