Caccia ai ladri a Poviglio. Uomo fermato nella zona artigianale con arnesi da scasso

3/8/2014 – Dopo la notte della banda delle ville, con il colpo alla residenza estiva di un imprenditore a Canossa (dove è stata sequestrata la colf, imbavagliata e legata a una seggiola) e l’arresto di due calabresi a Rolo, i Carabinieri hanno intensificato i controlli notturni non solo per il controllo del territorio, ma alla caccia di arnesi da scasso, grimaldelli e passamontagna per travisare il volto.

A Poviglio, comune particolarmente bersagliato dai ladri in trasferta, i carabinieri sono particolarmente impegnati da giorni nel pattugliamento di zone residenziali e aree artigianali. In tale contesto la scorsa notte nella zona di Via Volta di Poviglio hanno fermato una Fiat Punto che procedeva lentamente a fari spenti ed era condotta da una persona di 32 anni, residente in val d’Enza, con precedenti per reati contro il patrimonio.

Nella perquisizione sono saltati fuori i classici strumenti da lavoro dello scassinatore, tra cui un piede di porco, alcune tronchesi, guanti ed una torcia. L’uomo é stato condotto in caserma e denunciato alla Procura reggiana per il reato di possesso di strumenti atti allo scasso. Nel corso
dei controlli i Carabinieri hanno proceduto al controllo di 143 veicoli e 151 persone, alcune delle quali con precedenti per furto.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *