Appalti Expo-sanità: sì all’arresto di Levorato (Manutencoop) e di Angelo Morini, uomo d’affari coop di Correggio

1/8/2014 – Inchiesta Expo-sanità lombarda. Il Tribunale del Riesame di Milano ha detto sì all’arresto di altri nove indagati. È stato accolto il ricorso dei pm sulle posizioni di alcuni componenti della cosiddetta «cupola degli appalti» e di manager della sanità.

Il nome più noto è quello del presidente di Manutencoop Claudio Levorato, partner di importanti appalti anche nel reggiano. Arresto anche per Angelo Morini, di Correggio, uomo d’affari di fiducia di grandi cooperative emiliane, coinvolto nella vicenda per un appalto novennale da 34 milioni in un ospedale lombardo, assegnato a una cordata formata da Manutencoop, Coopservice di Reggio Emilia e dalla sua controllata Servizi Italia (quotata in Borsa).

Gli altri sono Patrizia Pedrotti (manager della sanità lombarda), Paolo Moroni, Paolo Leonardelli, Mauro Lovisari, Walter Iacaccia e Giovanni Rodighiero.

I giudici del Riesame hanno accolto il ricorso dei pm di Milano Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio sull’arresto degli indagati, i quali però ora avranno dieci giorni di tempo per presentare, attraverso i loro legali, ricorso in Cassazione. Le misure cautelari saranno eseguite soltanto se verranno confermate dalla Suprema Corte.

Nell’ambito dell’inchiesta i pm Gittardi e D’Alessio avevano chiesto 19 arresti, ma il gip di Milano Fabio Antezza ne ha accolti solo sette, che sono stati eseguiti lo scorso 8 maggio, quando sono finiti in carcere, tra gli altri, l’ex Dc Gianstefano Frigerio, l’ex Pci Primo Greganti e l’ex senatore
Pdl Luigi Grillo, scarcerato mercoledì: il gip Stefania Donadeo gli ha concesso i domiciliari, anche sulla base dell’attenuazione delle esigenze cautelari.

Nel ramo appalti Expo dell’inchiesta milanese è indagato anche Vittorio Lodetti Alliata, che con la Final Spa (la cui sede è stata perquisita a suo tempo) realizza con altri partner i i box sotterranei privati di piazza della Vittoria a Reggio.

(Pierluigi Ghiggini)

Be Sociable, Share!

3 risposte a Appalti Expo-sanità: sì all’arresto di Levorato (Manutencoop) e di Angelo Morini, uomo d’affari coop di Correggio

  1. mario Rispondi

    01/08/2014 alle 08:44

    Da quando la cooperazione ha perso i fondamenti delle sue origini, che erano tra l’altro la lotta contro la corruzione ecc., pensando solo di scimmiottare imprese private( quindi il fine è prima di tutto quello economico) , è stata anch’essa trascinata nel baratro di tangentopoli e della turbativa di mercato, ritenendo lecito ciò che è illecito.

  2. mario Rispondi

    01/08/2014 alle 17:17

    Valga per tutti il recente convegno sulla tesi di laurea di Sandro Pertini sulla cooperazione, che a pag. 4, citando Roberto Owen ” la cooperazione è un’associazione di un genere particolare , poggiando più sulle persone che sui capitali, intesa ad uno scopo non solo finanziario ma morale……” Quanto è rimasto di tutto ciò?

  3. Fausto Poli Rispondi

    02/08/2014 alle 20:35

    Le cooperative, legate da un filo rosso. Siamo arrivati, seguendo la mappatura, anche a Coop Reggiane impegnate in lavori in Piazza della Vittoria.

    Caro Mario che intervieni, le cooperative con la C maiuscola, che osservavano i pilastri cardine dei fondamenti, non esistono piu’ da un bel pezzo.

    E ne sa qualcosa il CCPL, Consorzio coop. prod. e lavoro di R.E. con un fatturado di circa 7 miliardi di euro e presenti in molte zone nel Mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *