Il pilomat della discordia: “Basta con gli atti di inciviltà e intolleranza”

di Fausto Branchetti e Bruno Ibatici

30/7/2014 – Per la seconda volta un’auto investe il pilomat e sparisce senza lasciare traccia, senza denunce, senza richiedere il giusto risarcimento al Comune, senza informare quelli del comitato che ha dichiarato guerra al pilomat che non vedrebbero l’ora di acclamarlo. Questa la vergognosa tesi di chi di fronte all’ennesimo atto vandalico ai danni del Comune ma soprattutto dei cittadini di via Settembrini continua imperterrito a coprire questi personaggi che dopo anni di misurazioni e discussioni non tollerano che il Comune abbia preso una decisione non favorevole a loro. Vogliono dimostrare di essere sopra le leggi e di fregarsene della maggioranza dei cittadini della zona che pensano invece che il pilomat abbia finalmente ridotto un traffico pazzesco e pericoloso per tutti.
Adesso però basta! Questi gesti non si possono più considerare bravate: ma vanno visti per quello che sono segni di inciviltà e intolleranza da gestire come tali. Ci piacerebbe però che le tante persone per bene che hanno sostenuto le loro ragioni contro il pilomat prendessero pubblicamente la parola per dire cosa ne pensano di questi atti vandalici.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *