Ragazzino controllava lo spaccio fra i coetanei. E due adulti ostacolavano le indagini su di lui

18/7/2014 – Come in una favela brasiliana. A San Martino in Rio i Carabinieri hanno scoperto che un ragazzino – di cui non si citano nè età nè tanto meno il nome, ma di certo è minorenne – aveva organizzato lo spaccio di droga tra i suoi coetanei, con la copertura di persone adulte.

È la prima volta che viene fatta luce in una situazione del genere, che vede i giovanissimi non soltanto consumatori, ma addirittura pusher che organizzano lo spaccio.

I Carabinieri della Stazione di San Martino in Rio, a conclusione di indagini supportate da varie testimonianze e riscontri sul traffico telefonico degli indagati, hanno segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna un minore del paese per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Allo stesso tempo è scattata una segnalazione alla Procura reggiana per il reato di favoreggiamento personale anche a carico di un 55enne e di un 34enne, entrambi di San Martino in Rio, che con il loro atteggiamento avrebbero tentato di eludere le investigazioni in corso a carico del minore.

Gli accertamenti dei Carabinieri di san Martino in Rio hanno evidenziato appunto che il ragazzino aveva organizzato una fitta rete di spaccio, destinata soprattutto a coetanei del luogo.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *