Processo agghiacciante: bambina accusa papà e mamma di violenze. Per lo psicologo Nizzoli è attendibile

24/7/2014 – Il perito Umberto Nizzoli ha ritenuto che la piccola che accusa il padre di averla violentata, con la complicità della madre, è attendibile e in grado di testimoniare.

Lo psicologo lo ha detto nell’incidente probatorio che si è tenuto questa mattina in Tribunale a Reggio davanti al giudice Giovanni Ghini, presenti il difensore del padre, l’avvocato Federico Bertani, e quello della madre, l’avvocato Angelo Russo.

Nizzoli si è pronunciato sull’attendibilità valutando le parole e il comportamento della bimba che, il 3 marzo scorso, era stata ascoltata in modo protetto. Dal suo racconto emerge un quadro terrificante: ha detto di aver subito, nel 2011, atti di violenza sessuale da parte del padre, e che la madre era presente e consenziente.

I fatti sarebbero avvenuti nell’abitazione della coppia, in un paese della zona delle ceramiche. Per questo anche la donna deve rispondere della stessa accusa.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *