Prestito irlandese da 300 milioni: Iren ha piazzato tutte le obbligazioni

3/7/2014 – Iren SpA ha completato con successo in data odierna il collocamento sul mercato Eurobond della sua emissione obbligazionaria inaugurale in formato Public Placement per un ammontare di Euro 300 milioni. Lo ha reso noto la multiutility nata dalla fusione di Agac, Amga di Genova e Iride di Torino, e che ha sede legale a Reggio, con un comunicato diffuso oggi.

«Il prestito obbligazionario, quotato alla Borsa Irlandese, ha una durata di 7 anni ed una cedola annua fissa pari al 3,0%. L’operazione e’ stata accolta con grande interesse da parte di investitori istituzionali italiani ed esteri, raccogliendo adesioni corrispondenti a 2,5 volte l’ammontare offerto. Le obbligazioni, che hanno un taglio unitario minimo di Euro 100.000, sono state collocate al prezzo di emissione pari a 99,225%. Il tasso di rendimento lordo effettivo a scadenza e’ pari a 3,125%.

“Siamo particolarmente soddisfatti dell’esito del collocamento e del road show che abbiamo condotto nelle principali piazze europee – ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Iren, Nicola De Sanctis -. Abbiamo riscontrato la fiducia degli investitori italiani e internazionali nel profilo strategico e di business del Gruppo Iren e la loro disponibilità a finanziare le nostre attività e i nostri progetti di sviluppo”.

L’emissione del prestito obbligazionario contribuisce a migliorare il profilo finanziario del Gruppo Iren attraverso un allungamento della scadenza media e una diminuzione del costo medio dell’indebitamento. Il collocamento obbligazionario e’ stato curato da Banca IMI, BNP Paribas, Mediobanca, Morgan Stanley e UniCredit in qualita’ di joint bookrunner».

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. david Rispondi

    04/07/2014 alle 21:24

    Morgan Stanley????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *