Mare Nostrum, a Reggio 143 migranti provenienti da Nigeria, Costa d’Avorio ed Eritrea. Le cifre della Prefettura

10/7/2014 – Operazione Mare Nostrum: in questo momento Reggio Emilia ospita 143 migranti sbarcati in Sicilia, provenienti da Nigeria, Costa d’Avorio ed Eritrea. Dal mese di marzo ne sono arrivati 234, ma cento di questi si sono allontanati.

Queste alcune delle informazioni diramate ieri in serata dalla Prefettura di Reggio Emilia, che ha fatto il punto sugli aspetti reggiani dell’operazione umanitaria Mare Nostrum, gestita a livello nazionale dal Ministero dell’Interno, con il coordinamento territoriale affidato alle Prefetture.

“Gli arrivi in Provincia – si legge nel comunicato stampa – si sono susseguiti sin dal mese di marzo. Quasi tutte le persone accolte sino ad ora sono alloggiate in alberghi, strutture di accoglienza o appartamenti siti prevalentemente nel territorio del Comune capoluogo. Sono complessivamente ad oggi giunti 234 migranti, di cui 100 si sono allontanati. Allo stato sono accolti in questa provincia 134 migranti, provenienti dalla Nigeria, Costa d’Avorio ed Eritrea.

Le strutture ospitanti sono la Dimora d’Abramo, la Caritas e Servire l’uomo.

Per fronteggiare le necessità correlate ai flussi di migranti e in risposta alle frequenti richiese d’accoglienza da parte del Ministero dell’Interno, si sono svolte in Prefettura e continuano a tenersi appositi tavoli con la partecipazione dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia, dei comuni interessati, della Provincia, delle Forze dell’Ordine, dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia e del Terzo Settore.

I migranti, in occasione dei vari arrivi, con organizzazione a cura della Questura vengono prelevati agli scali aeroportuali di arrivo per la Regione Emilia-Romagna e conseguentemente accolti con l’ausilio del personale del Terzo Settore e del Volontariato Sanitario.

Concorrono nelle attività le strutture dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia per i protocolli di profilassi sanitaria e il Comune Capoluogo che in diverse occasioni si è prodigato per l’individuazione di idonei siti. E’ in corso la gara per l’affidamento del servizio di accoglienza e l’individuazione di idonee strutture”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *