Ladri scatenano la guerra in città: sventrato con una ruspa sportello bancomat del Credem al Foscato

6/7/2014 – Come una guerra. Quanto è accaduto questa notte a Reggio dà l’idea del livello di pericolosità e di organizzazione raggiunto dal crimine in città.

Una banda dotata di due pick up e di una ruspa ha letteralmente sventrato lo sportello bancomat del Credem di via Fano 1, nella zona del quartiere Foscato, ed è fuggita con la cassaforte dello sportello automatico: all’interno c’erano circa 70 mila euro. I danni alla filiale sono ingentissimi.

Il colpo però è fallito grazie al tempestivo intervento di due Volanti della Polizia, che si sono gettate all’inseguimento dei due pick up. Uno, che aveva a bordo la cassaforte, è stato bloccato e recuperato. Catturato il conducente: si tratta di un giovane di 29 anni, nato a Crotone e residente a Reggio, con precedenti per reati contro il patrimonio.Trovato in possesso anche dei guanti e del passamontagna usati durante il colpo, è stato arrestato per furto aggravato e ricettazione.

Tutto è accaduto intorno alle 3,30 quando la Polizia ha ricevuto la segnalazione dell’allarme scattato al Credem di via Fano 1.

La prima Volante, giunta sul posto pochi minuti dopo il colpo, ha intercettato in via Gorizia i due pick up che procedevano uno dietro l’altro in direzione Cavriago. L’attenzione degli operatori veniva attirata in particolare dal mezzo in testa, un veicolo Dodge bianco e rosso, che procedeva di gran carriera rilasciando scintille per la frizione con l’asfalto, a causa del carico posteriore.

I poliziotti, inserite sirena e lampeggiante, intimavano ai mezzi di fermarsi. Per tutta risposta il convoglio invertiva il senso di marcia e accelerava in direzione del centro cittadino. Prendeva così il via il vero e proprio inseguimento, durante il quale il mezzo in coda piuttosto che scappare cercava con pericolose manovre elusive di impedire ai poliziotti di raggiungere il primo mezzo; proprio per questo, giunti all’altezza della rotonda di via dei Templari, la Volante superava, percorrendo in controsenso la rotatoria, il mezzo di coda e si incollava all’autovettura bianca e rossa su via Campobasso.

Su questa via, intanto, era sopraggiunta una seconda volante che chiudeva la via di fuga al Dodge.

Il conducente del veicolo, vistosi preso, abbandonava il mezzo ancora in corsa, e si dava alla fuga, per andare poi a nascondersi sotto delle autovetture parcheggiate poco avanti, in via Foscato.

Gli Agenti della prima volante si dividevano i compiti, così mentre uno con notevole sprezzo del pericolo arrestava il fuggitivo, l’altro raggiungeva il pick up e ne fermava la corsa per inerzia prima che danneggiasse le auto in
sosta.

A questo punto i poliziotti potevano finalmente verificare che il cassone del pick up, risultato poi rubato, conteneva la cassaforte bancomat della filiale Credem di via Fano.

Presso l’agenzia, gravemente danneggiata, è stata poi ritrovata una ruspa con benna usata per sradicare lo sportello elettronico. Anche la ruspa è risultata rubata, ed è gia tornata ai legittimi proprietari.

Durante il sopralluogo della Polizia Scientifica e degli investigatori della Squadra Mobile sopraggiungeva il direttore della filiale, il quale valutava il probabile contenuto della cassaforte (non appurabile nell’immediatezza a causa dei dispositivi di sicurezza) intorno ai 70.000 €.

Agli investigatori venivano inoltre consegnate le registrazioni dell’impianto di video-sorveglianza che avevano ripreso l’evento criminoso.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    06/07/2014 alle 18:51

    Reggio come Gotham City.

    Mi dispiace per tutte queste brutte notizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *