La rivincita morale di Ivan Strozzi: dopo la cacciata, il sindaco di Roma lo premia con la medaglia del Bimillenario. Il reggiano come Mick Jagger: intervista

Ivan Strozzi

Ivan Strozzi

di Pierluigi Ghiggini

6/7/2014 – Ivan Strozzi ha ricevuto la medaglia del Bimillenario Augusteo, il prestigioso riconoscimento istituito dal comune di Roma.

Gliel’ha consegnata il sindaco Ignazio Marino in persona, il 23 giugno, che la sera precedente era salito sul palco dei Rolling Stones per premiare Mick Jagger con la stessa medaglia.

È il finale a sorpresa di una vicenda, la rimozione dal vertice di Ama appena una settimana dopo la nomina, che aveva ferito profondamente Strozzi e nella quale Marino aveva rimediato una gran brutta figura. Un disgelo da parte di Marino ma anche un risarcimento morale per il reggiano, al quale potrebbe seguire una ripresa della collaborazione.
In gennaio, il sindaco di Roma aveva nominato il manager reggiano (già amministratore delegato di Enìa) alla guida dell’Ama, la municipalizzata romana che gestisce il ciclo dei rifiuti nella capitale ed è anche la più grande azienda italiana di igiene ambientale.

Incarico prestigioso quanto difficile: l’Ama è da tempo in ginocchio, oberata dai debiti e in palese difficoltà a far fronte ai suoi compiti, come dimostrano le condizioni in cui versano le strade della Città Eterna.

Ma dopo appena una settimana dall’insediamento, Strozzi è stato travolto da un ciclone indimenticabile: il licenziamento su due piedi deciso da Marino per l’inchiesta sulla società messinese Nebrodi Ambiente in cui era saltato fuori anche il nome di Strozzi, destinatario di un’informazione di garanzia nonostante fosse stato lui, appena entrato in Enia, a disporre la vendita del 12% di NA in capo alla multiutility emiliana nata da Agac e ora confluita in Iren.

Il riavvicinamento del resto era iniziato in maggio, quando Marino aveva dichiarato al Corriere della Sera di essere “certo della piena integrità e onestà di Ivan Strozzi”. “Una frase che mi ha fatto un piacere enorme. Mi sono detto: finalmente – dichiara il manager a Reggio Report – Poi a metà giugno ho ricevuto una telefonata dal Campidoglio: “Il sindaco desidera vederla”. Così abbiamo concordato un incontro il giorno 23 alle 14″.

Medagli bimillenario

Strozzi confessa di essersi preparato per l’occasione una scaletta piuttosto pepata, in considerazione del trattamento ricevuto, però Marino lo ha preso in contropiede.
“Appena ci siamo incontrati, ho chiesto ancora una volta scusa per non avergli detto che ero indagato nell’inchiesta di Messina sulla società Nebrodi Ambiente, a suo tempo partecipata di Enìa, ma ho aggiunto che, essendo persona integra a tutto tondo, come lui stesso ha dichiarato, credevo veramente che la vicenda fosse chiusa. Del resto nelle 700 pagine del fascicolo il mio nome non compare mai, salvo quando il procuratore di Messina chiede il nome del rappresentante legale di Enìa”.
E Marino? “Mi ha interrotto subito, per dirmi che la stima nei miei confronti era rimasta inalterata. Mi ha chiesto un parere sulla pulizia della città e io gli ho risposto schiettamente che lascia molto a desiderare. A quel punto il sindaco ha chiamato il cerimoniale e mi ha consegnato la magnifica medaglia del Bimillenario di Augusto (14-2014). Posso dire davvero di essere rimasto senza parole.

“L’ho consegnata ieri sera a Mick Jagger”, ha aggiunto. “Una soddisfazione in più per me, che sono da sempre un fan dei Rolling Stones”.
Il primo cittadino di Roma e Strozzi si sono lasciati con l’intesa di risentirsi presto. Intanto il reggiano si gode il riconoscimento, che lo ripaga di mesi di amarezze.

E l’affaire Nebrodi Ambiente? “È presto detto. Enìa aveva acquisito il 12% della società messinese nel 2005. Io sono arrivato a Enìa nel luglio 2006, e appena tre mesi dopo, in settembre, ha inviato le richieste di vendita. È tutto agli atti. Il 2 maggio 2007 ho venduto le quote: erano passati dieci mesi dal mio ingresso in Enìa”.

mick jagger roma

Be Sociable, Share!

8 risposte a La rivincita morale di Ivan Strozzi: dopo la cacciata, il sindaco di Roma lo premia con la medaglia del Bimillenario. Il reggiano come Mick Jagger: intervista

  1. carlo Rispondi

    07/07/2014 alle 10:25

    Le medaglie si danno normalmente quando si chiude il rapporto con qualcuno ed in segno di premio e riconoscimento per l’attività svolta. Mi sembra che nel caso specifico non sia molto opportuna, anche perché non fa farina, e spero che invece Marino si rammarichi dell’errore di avere interrotto il rapporto ad nutum e decida di iniziare un rapporto nuovo con Ivan Strozzi,che si è distinto sempre per le sue qualità. Ciò costituirebbe la migliore medaglia.
    Ed Enia ? Perchè venne interrotto il rapporto ?

  2. giuseppe sverzellati Rispondi

    07/07/2014 alle 12:15

    Ho letto con piacere la notizia,che permette ad Ivan di ripristinare e consolidare la sua fama di competenza, professionalità e correttezza, nota da tempo non solo a me.
    Un unico neo: non se la tiri troppo per il paragone con Mick Jagger…Ivan è troppo poco trasgressivo.

  3. Strozzi ivan Rispondi

    08/07/2014 alle 20:07

    Ringrazio per le gentili espressioni. Mi auguro di uscire al più’ presto da questa vicenda che ha aspetti incomprensibili e che mi ha colpito profondamente nel morale. Mi chiedo :ma le indagini che conducono alla informazione di garanzia non potrebbero essere più’profonde e incisive?

    • Stefano Vignaroli Rispondi

      23/01/2015 alle 20:44

      In bocca al lupo per Genova.
      Meno recupero energia (digestori per il biogas da indifferenziato non fanno compost ma digestato inquinato) , molti impianti per la RD ( il compostaggio e separazione multimateriale) e sopratutto TMB per stabilizzare l’indifferenziato provando a recuperare ulteriore materia (altro che CDR e CSS). Prevenzione a monte . Praticamente tutte cose attualmente con poco business, a differenza del recupero energetico (biogas e inceneritore) ma che rispettano l’ambiente.

  4. Saluti a Cristina ! Rispondi

    10/07/2014 alle 09:03

    Gentile Ivan, ricordo quando a venivo da piccola a giocare con Cristina nel vostro cortile. Eravate una famiglia molto garbata e unita, educata e gioiosa, e conservo di lei l’immagine di un padre sorridente e forte, come del resto era il mio.
    Tante care cose, anche alla Cris. Giovanna.

  5. Danilo Tassi Rispondi

    10/07/2014 alle 15:53

    Probabilmente il segreto dei successi di Strozzi nella gestione delle municipalizzate (si chiamavano così) sta nell’aver unito le doti di managerialità con una notevole preparazione tecnica: sa parlare con i suoi ingegneri di gas o rifiuti e sa trovare la strada per raggiungere gli obiettivi.
    Non so se questo basterà per i problemi di Roma, nel caso che Marino lo richiami, ma se c’è uno che può riuscire, è lui.
    Sui giornali continuano a dargli dell’ ingegnere, ma è laureato in chimica industriale.
    Rara Avis.

    • dottorino Rispondi

      15/07/2014 alle 09:42

      Anche Marino è Medico. Come del resto Graziano (o Graziato?).

      • mario Rispondi

        18/07/2014 alle 16:23

        Graziato da chi ? Da De Benedetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *