Malore al Campovolo dopo il battesimo dell’aria. Gravissimo paracadutista di 22 anni

12/7/2014 – Doveva essere un giorno di festa, di quelli che non si dimenticano mai, invece si è trasformato in una tragedia. Nel giorno del suo battesimo dell’aria, un giovane paracadutista si è sentito male subito dopo il suo secondo lancio, al Campovolo di Reggio, e ora è in condizioni disperate al Santa Maria Nuova per una sospetta ischemia cerebrale.

Giacomo Gori, 22 anni, di Ciampino (Roma), aveva effettuato questa mattina il primo lancio della sua vita sopra l’aeroporto di Reggio. Poco più tardi, raggiante di gioia per il risultato conquistato, ha effettuato un secondo lancio, anche questo con successo. Ma una volta toccato terra senza problemi, pochi minuti dopo, intorno alle 13, si è accasciato al suolo.

E’ stato ricoverato d’urgenza al Santa Maria, dove è in Rianimazione in prognosi riservata. Ora lotta tra la vita e la morte.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *