Tre georgiani clandestini si allenavano a forzare le serrature blindate. Nel covo gioielli
e iPad rubati

10/7/2014 – Presi dalla polizia tre georgiani clandestini a Reggio: avevano gioielli e iPad rubati. La Squadra Mobile, nell’ambito della attività investigativa volta al contrasto dei reati predatori, in special modo furti in appartamento, ha individuato in via Dalmazia la base di tre cittadini georgiani fortemente sospettati di furti nelle abitazioni.

Avuta certezza della presenza in casa dei tre, gli investigatori con l’ausilio di una Volante hanno perquisito l’appartamento.

Nascosti in vari punti i poliziotti hanno scoperto una serie di attrezzi atti allo scasso, tra cui chiavi alterate ed una fresa, oltre a serrature per porte blindate, sulle quali probabilmente i georgiani si allenavano, per non danneggiare le porte. Non a caso più volte le porte sono state aperte dai ladri senza alcuna effrazione.

Oltre agli “attrezzi da lavoro” nell’abitazione c’erano preziosi e alcuni iPad trafugati, che la polizia ritiene sottratti nel corso delle azioni criminose.

I tre georgiani, clandestini e con precedenti specifici, Z. B. di 27 anni, A. G. 22 anni e B. A. di 28, sono stati denunciati per ricettazione in concorso e possesso di attrezzi e chiavi alterate atti allo scasso.

Z. B. e A. G. sono stati accompagnati al C.I.E. di Torino per essere espulsi, mentre B. A. è stato rilasciato: ha beneficiato dei termini previsti dalla legge per lasciare il Paese, in quanto l’Ordine del Questore gli era stato irrogato solo tre giorni prima.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *