Emilia Wine ha comprato Casali Viticoltori: mai così glam le bollicine scandianesi. Pagliani spiega l’operazione

14/7/2014 – Le bollicine scandianesi diventano più forti e ora possono davvero aspirare a una poltrona di prima classe nel mercato internazionale del vino, dove l’Italia vive un momento felice, in controtendenza con la crisi del Paese.

Sabato mattina l’assemblea di Emilia Wine (la cooperativa di Arceto nata dall’unificazione fra le cantine sociali di Arceto, Nuova di Correggio e Prato di Correggio) ha dato il via libera definitivo all’acquisizione di Casali Viticultori, marchio prestigioso della tradizione emiliana, e già da domani subentrerà nella gestione dell’azienda di Pratissolo.

La settimana scorsa Emilia Wine aveva concordato l’acquisizione del marchio, dei terreni, delle attrezzature e della sede della Casali, sino a ieri di proprietà delle famiglie Boni, Galaverni, Sidoli e Zoboli. Si tratta di un investimento di cinque milioni di euro, con un valore di magazzino ancora da determinare.

Particolarmente soddisfatto il presidente di Emilia Wine Davide Frascari. “Grazie al consenso della nostra assemblea –
ha dichiarato dopo il voto – da martedì subentreremo nella gestione dell’azienda. Voglio esprimere grande soddisfazione
per la fiducia che i nostri soci hanno dimostrato oggi verso questo progetto. L’unificazione dei produttori accresce la competitività sui mercati, tanto più in un momento in cui con il nuovo disciplinare di produzione del Lambrusco stanno arrivando nuove richieste di prodotto confezionato. Ora saremo strutturati per potere rispondere a queste richieste”.

Per l’avvocato Giuseppe Pagliani, professionista arcetano capogruppo di Forza Italia a Reggio, l’operazione è di “eccezionale importanza per il nostro territorio provinciale”.

Pagliani esprime il proprio plauso al presidente Frascari, e spiega il senso economico-produttivo dell’operazione: “Emilia Wine potrà imbottigliare direttamente il proprio prodotto completando una filiera che la vede primeggiare in Emilia per la produzione di vini lambruschi di qualità, di vini bianchi frizzanti e di tanti altri vitigni quale Marzemino, Cabernet, Sauvignon ed altri.

Con Casali – aggiunge – la nuova struttura si inserisce nel mercato di alta gamma produttiva, con importanti clienti e referenze in tutta Europa e nel mondo. La filiera completa potrà esaltare le opportunità commerciali con la grande distribuzione italiana ed internazionale permettendo ad Emilia Wine di performare anche nei ricavi commerciali di vendita diretta del prodotto in bottiglia, sapendo che si completerà l’attività all’interno del comprensorio territoriale di produzione.

Questo è l’unico modo – conclude Pagliani – per valorizzare al meglio le produzioni locali e rendere i nostri vini competitivi su tutti i mercati esteri mondiali”.

“PROFONDA SODDISFAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE”

L’amministrazione Comunale di Scandiano esprime profonda soddisfazione per l’acquisizione di Casali da parte di Emilia Wine.
“Il marchio Casali, nato con la storica azienda che ha sempre avuto riconoscimenti per la qualità dei propri prodotti – sottolinea il vicesindaco Matteo Nasciuti – avrà l’opportunità di trovare nuovi e maggiori sbocchi sul mercato vinicolo, mantenendo il legame con il proprio territorio, sia pure in una nuova struttura aziendale. Per “Emilia Wine”, inoltre, si prospetta un importante investimento finalizzato ad una gestione completa della filiera del prodotto vinicolo che consentirà una maggiore penetrazione nel mercato nazionale ed internazionale”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *