Coviolo, arrestato spacciatore di coca.
E’ un tunisino clandestino (olè!).
Gestiva il business
con 10 cellulari

11/7/2014 – La Polizia municipale ha arrestato nella prima mattinata di ieri, giovedì 10 luglio, un cittadino tunisino, G.M. di 28 anni, trovato in possesso di oltre 6 grammi di cocaina. Gli agenti sono intervenuti nella zona di Coviolo a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini della frazione che avevano notato un costante andirivieni di persone, dedite al consumo di sostanze stupefacenti, in prossimità di un pubblico esercizio di Coviolo.

Verificato l’effettivo viavai e individuato G.M. come fulcro di questo movimento di persone, gli agenti della Municipale si sono recati ieri presso la sua abitazione, a poca distanza dal locale, dove il giovane tunisino ha spontaneamente consegnato 11 palline di carta plastificata, sigillate a fuoco, il cui contenuto è poi risultato essere cocaina per un totale di  6,874 grammi.

La perquisizione dell’appartamento ha portato al rinvenimento di due bilancini di precisione utilizzati per la preparazione delle palline di cocaina e di ben 10 telefoni cellulari. Al termine degli accertamenti, G.M., la cui unica occupazione è risultata quella di spacciatore nella zona di Coviolo, è stato arrestato per detenzione illegale di sostanza stupefacente.

M.G. è inoltre risultato sprovvisto del permesso di soggiorno e destinatario di un provvedimento di espulsione, ed è quindi stato denunciato all’autorità giudiziaria per aver continuato a permanere illegalmente nel territorio italiano.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *