Febbre Chikungunya, bimba di Cavriago in ospedale. La zanzara tigre ora fa paura

zanzara9/7/2014 – L’Ausl di Reggio ha reso noto poco fa che è stato diagnosticato un caso di Chikungunya in una bambina residente a Cavriago, recentemente rientrata dalla Repubblica Dominicana, area in cui è in corso un’epidemia dello stesso virus.

L’Ausl precisa che la bambina è attualmente ricoverata e le sue condizioni di salute risultano “discrete”. Il secondo caso di febbre della zanzara tigre in provincia di Reggio, dopo quella della donna di Rubiera, anche lei di ritorno dalla Repubblica Dominicana, ricoverata a metà giugno.

La febbre di Chikungunya è una malattia virale trasmessa attraverso la puntura di zanzara e caratterizzata da febbre alta, forti dolori articolari e muscolari, rush cutaneo.

moskito_splash«Sono stati attivati immediatamente, in collaborazione con il Comune di Cavriago – precisa l’Ausl – i protocolli del caso che comprendono una serie ripetuta di disinfestazioni contro la zanzara tigre, sia in area pubblica sia privata, con modalità “porta a porta”, in una zona corrispondente al luogo di permanenza del caso segnalato.

Si ricorda che la zanzara tigre è l’unico vettore di questa patologia: la febbre Chikungunya infatti non si trasmette direttamente da uomo a uomo ma solamente attraverso la puntura di una zanzara infetta.
L’Ausl precisa che «non vi è, al momento, nessun altro caso sospetto e non sussiste alcun allarme sanitario».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *