È libero e sta bene il gatto di Casalgrande finito agli arresti per un morso. Nella prigionia ha tenuto buona condotta

29/7/2014 – Sta bene, anzi benissimo, ed è libero il micio di Casalgrande finito agli “arresti” in casa per aver morsicato una signora.

siamese

La bella notizia è stata comunicata oggi, con un post a Reggio Report, dal famigliare che, come in ogni domiciliare che si rispetti, ha custodito e tenuto a bada il gatto per la durata della quarantena disposta dalla Ausl.

“Sono (anzi sono stato) – ha scritto a Rep un famigliare del felino – il “carceriere” del povero micino. Volevo rincuorare tutti quelli che con tanta ansia stanno vivendo la cosa. Il gatto sta benissimo e ad oggi è in libertà. La reclusione è stata lunga, ma il prigioniero è stato diligente e, se non fosse stata obbligatoria la profilassi, sarebbe uscito almeno due giorni prima per buona condotta. Un’unica precisazione: la signora che è stata morsa non è la mia vicina, ma è la mia compagna“.

Siamo tutti più sollevati: un applauso al gatto per averla scampata e soprattutto per avere fatto il bravo, dimostrando pentimento, e naturalmente solidarietà alla signora morsicata.

Con l’augurio di cuore che trionfi la pace in famiglia.

articolo gatto

Del caso del gatto messo ai domiciliari dal sindaco di Casalgrande se ne sono occupati proprio oggi anche Il Giornale (un primo piano, con tanto di richiamo a più colonne in prima pagina) e – con un pezzo di colore di un minuto – il Tg di “Studio Aperto” (Italia Uno). Poi, tra gli altri, Libero e Dagospia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *