Ancora controlli in via Turri. Cinquanta identificati, denunciato straniero con coltello, caccia agli affitti irregolari

8/7/2014 – Continuano i controlli a pusher, prostitute, sbandati, vandali e ubriachi che “presidiano” l’area antistante la stazione ferroviaria ricompresa tra le vie Turri, Sani e Vecchi di Reggio Emilia. Per questo motivo i carabinieri della Compagnia di Reggio Emilia, in adesione all’indirizzo da tempo dato dal Comandante Provinciale Colonnello Paolo Zito, che tra le priorità del controllo del territorio ha posto la “questione” del  degrado di Via Turri, hanno effettuato una nuova attività di monitoraggio nel “triangolo” del degrado attraverso l’impiego dei Carabinieri di Quartiere supportati dalle autoradio del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia e del personale in abiti borghesi in forza al Nucleo Operativo della Compagnia reggiana.

I controlli di ieri hanno fra l’altro permesso di denunciare in stato di libertà uno straniero trovato in possesso di un coltello. I Carabinieri, inoltre, hanno sequestrato alcune dosi di stupefacente e segnalato amministrativamente alla Prefettura tre giovani assuntori. Oltre cinquanta le persone identificate e sottoposte a controllo, molte delle quali già pregiudicate.

Al vaglio dei carabinieri anche la posizione di alcuni appartamenti dove alcuni stranieri non sono stati in grado di fornire i contratti d’affitto. Su questi immobili sono in corso le dovute verifiche per accertare eventuali irregolarità negli affitti.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *