Altre storie di ragazzini con le mani lunghe, in via Roma e tra i bagnanti dell’Aquario

19/8/2014 – A proposito di ragazzini su una brutta strada. Ieri verso sera mezza via Roma si è mobilitata perché un giovanissimo marocchino di 13 o 14 anni, dall’aria strafottente, ha tentato di rubare una bicicletta, all’incrocio della chiesa, sotto gli occhi della proprietaria.

Sono intervenute subito diverse persone e hanno impedito il furto. Altri africani, ma ghanesi o nigeriani, hanno redarguito il ragazzino. Subito sono arrivati a dargli man forte i suoi amici (nordafricani) e per poco non è finita in rissa. Il ragazzo e i suoi compagni se la sono svignata prima dell’arrivo della polizia.

Sempre ieri pomeriggio un 14enne dello Sri Lanka è stato beccato dal servizio di vigilanza dell’Aquario mentre rubava in un armadietto. Nel marsupio inoltre aveva due cellulari rubati a una coppia poche ore prima, sempre all’Aquario.

Quando gli agenti di Polizia lo hanno preso in consegna, il ragazzo tra le lacrime ha cercato di giustificarsi raccontando che in piscina un ragazzo lo aveva minacciato, ingiungendogli di prendere un marsupio dalle cassette di sicurezza, per poi nasconderlo in un portarifiuti.

Il minore è stato quindi denunciato per ricettazione e affidato al padre; la refurtiva è invece stata restituita ai legittimi proprietari.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *