Iren: a Viero 342 mila euro lordi l’anno. Bagnacani 62 mila e Rocchi 67 mila. Liquidazioni d’oro a Bazzano e Garbati

festa trenino3/6/2014 – Il consiglio di amministrazione Iren costa nel complesso 1 milione 585mila euro l’anno, cifra che con i compensi al collegio sindacale sale a 1 milione 888 mila euro. Pur sempre meno rispetto all’anno scorso, quando la cifra totale era di 2 milioni e 217 mila euro. Lo si evince dalla Relazione sulle Remunerazioni di Iren, di cui si occupa oggi il Carlino Reggio.

Ecco i compensi annui lordi degli amministratori: al presidente Francesco Profumo 172 mila euro; a Nicola De Sanctis, amministratore delegato, 490 mila euro, al vicepresidente Andrea Viero, uomo forte in Iren dell’ex sindaco Delrio, 342 mila euro lordi all’anno. La consigliera genovese Anna Ferrero prende 82 mila euro, anche più dell’ex presidente Roberto Bazzano il quale tuttavia si consola con una indennità di fine carica di 324 mila euro.

Due reggiani nel cda della capogruppo: Ettore Rocchi, che è anche presidente di Iren Energia, prende 67 mila euro, e Lorenzo Bagnacani 62 mila: cifra che comprende anche il compenso come presidente di Iren Acqua e Gas.

Per l’indennità di fine lavoro, il manager torinese Roberto Garbati incassa ben 779 mila euro per l’indennità di fine lavoro.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *