Incidenti sospetti e truffa a Credem assicurazioni. Assolti 14 napoletani

25/6/2014 – Assoluzione generale contro 14 imputati, tutti della zona di Napoli, che erano stati accusati di aver simulato finti incidenti stradali per frodare Credem Assicurazioni, che ha sede legale a Reggio Emilia.

In novembre erano già stati assolti, difesi dall’avvocato Ernesto D’Andrea, due coniugi napoletani la cui posizione era stata stralciata. Per 13 degli imputati il pm aveva richiesto una condanna a 8 mesi, per il rimanente a 9 mesi, ma il giudice Cristina Beretti ha mandato tutti assolti.

Credem Assicurazioni si era costituita parte civile con l’avvocatessa Alessandra Innaro. Gli incidenti contestati dall’assicurazione erano stati denunciati come avvenuti su strade della Campania tra la fine del 2007 e l’inizio dell’anno successivo. In aula, in una precedente udienza, aveva testimoniato anche la responsabile di un’agenzia investigativa che aveva avuto l’incarico da Credem di indagare su sette incidenti sospetti. La teste, però, non era stata in grado di fornire elementi precisi di accusa.

Nell’ultima udienza, prima della sentenza, il pm aveva chiesto di acquisire la relazione dell’agenzia investigativa, sottolineando che secondo la Cassazione ha valore di documento, ma la richiesta è stata respinta. Tra i difensori degli imputati, accanto a numerosi legali del Foro di Napoli, gli avvocati Lara Bigliardi, Maurizio Colotto, Mario Di Frenna e Lucia Larocca.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *