Giustizia-lumaca, indagine Lapam. A Reggio quasi un anno per una causa civile, e siamo tra i virtuosi

19/6/2014 – In Italia un cittadino maggiorenne su dieci dichiara di essere stato coinvolto, come attore o convenuto, in una causa civile. La percentuale cresce al 13,6% per i lavoratori in proprio e applicando questo tasso di coinvolgimento dei lavoratori in proprio si stima che in Italia vi siano 582.355 titolari di micro e piccole imprese fino a 20 addetti coinvolti, come attori o convenuti, in una causa civile.

Tra questi sono 191.456 i titolari di imprese artigiane direttamente interessati dai livelli di efficienza della giustizia civile in Italia. E’ quello che emerge da uno studio Confartigianato Lapam da cui si vede come Reggio Emilia sia nella metà virtuosa della classifica in Italia come durata di una causa civile, con 314 giorni.

I tempi della giustizia civile rimangono troppo lunghi e incerti – spiega il Presidente Lapam Confartigianato Erio Luigi Munari – e questo disincentiva gli investimenti nel nostro Paese e, purtroppo, anche nel nostro territorio. Non possiamo dimenticare che per fare impresa occorre un ambiente favorevole, specie nel mezzo di questa lunghissima crisi, e per questo una riforma adeguata della giustizia è fondamentale. Il dato reggiano, un anno di tempo per chiudere una causa, se è vero che non è tra i più lunghi, resta comunque un dato che fa riflettere”.

Relativamente alla durata del procedimento si osserva che il 29,2% degli imprenditori e lavoratori autonomi hanno visto la causa civile concludersi tra 2 e 5 anni e un 17,1% addirittura oltre i 5 anni. Complessivamente il 46,3% – circa un imprenditore su due – ha visto l’ultimo procedimento chiudersi oltre 2 anni dall’avvio, un punto sopra alla media della popolazione. Detto di Reggio Emilia, i tempi più lunghi si registrano a Lamezia Terme con 1.278 giorni (esattamente 3 anni e mezzo), mentre il circondario più virtuoso è Tortona con 172 giorni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *