Frana di Vetto, allarme degli imprenditori dell’Alta val d’Enza: “Rischiamo di chiudere”

23/6/2014 – “La recente frana che ha interessato la SP513 di Vetto in località Cantoniera, sta mettendo a rischio le attività imprenditoriali anche di Ramiseto”. Il grido di dolore, che è anche un atto d’accusa, arriva da cinque imprenditori dell’Alta val d’Enza: Siller Fontanili (FAR), Fabrizio Briselli (Autotrasporti Briselli), Stefano Dolci (Dolci Commercio legna da ardere), Fabrizio Bronzoni (B&B Trasporti) e Vincenzo Merlini (Ostello Groppo del Vescovo).

In una lettera diffusa ai media, questi imprenditori puntano il dito sulla gestione dell’emergenza, in altre parole verso la Provincia (pur senza citarla).

“La situazione è sempre stata sottovalutata e gestita in maniera poco efficace, con scarsa capacità nell’affrontare la situazione di emergenza verificatasi. Così oggi – aggiungono – oltre ai soliti disagi creati da una pessima viabilità, non curata e in sofferenza, siamo costretti anche a aggirare la frana percorrendo strade lontane e aumentando tempi di percorrenza notevolmente con inevitabili aumenti di costi. Invitiamo tutti gli amministratori di questo comune e di Vetto a intensificare le richieste di intervento agli organi competenti, per evitare che il perdurare della situazione ci induca a chiudere le nostre attività”.

Siller Fontanili (FAR)

Briselli Fabrizio (Autotrasporti Briselli)

Dolci Stefano (Dolci Commercio Legna da ardere)

Bronzoni Fabrizio (B&B Trasporti)

Merlini Vincenzo (Ostello Groppo del Vescovo)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *