Scoperto mentre rubacchia, dipendente aggredisce la titolare e le punta una scimitarra alla gola

20/6/2014 – Rientrata dalla pausa caffè ha scoperto un suo dipendente che cercava di rubare prodotti per la pulizia delle auto. Questi, anzichè mostrarsi pentito, ha cominciato a inveire negando l’evidenza dei fatti. Quindi ha minacciato la titolare, una 50enne abitante a Castellarano, poi è passato alle vie di fatto danneggiando gli attrezzi da lavoro e aggredendo fisicamente la titolare che è dovuta ricorrere alle cure mediche (per lei 3 giorni di prognosi per contusioni varie).

Minacce aggravate quelle commesse nei confronti della ex titolare in quanto stando agli accertamenti compiuti dai Carabinieri di Castellarano, l’uomo sarebbe addirittura arrivato a minacciare la donna con una scimitarra, puntandogliela al collo.

E’ fuggito prima dell’arrivo dei carabinieri, ma non ha evitato una serie di denunce da parte dell’Arma.

Con le accuse di tentato furto, lesioni, minaccia aggravata e porto abusivo di arma i Carabinieri della Stazione di Castellarano hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un operaio 20enne residente a Modena. Un momento di follia quello dell’ex dipendente commesso sotto gli occhi di diversi testimoni, la cui presenza ha di fatto impedito che i gravi fatti di cui si è reso responsabile potessero sfociare in ben più gravi conseguenze per la sua ex datrice di lavoro che, come accennato, ha riportato un trauma cranico non commotivo e contusioni alla spalla e al collo giudicate guaribili in 3 giorni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *