Delitto Rombaldi ultimo atto: oggi la requisitoria del Pm, poi le arringhe della difesa. Forse domani la sentenza

9/6/2014 – Delitto Rombaldi, ultimo atto. Oggi pomeriggio nell’aula dell’Assise prende il via la fase dibattimentale, vale a dire quella conclusiva del processo contro l’ex vigile urbano Piero Fontanesi, imputato quale presunto esecutore materiale dell’omicidio del dottor Carlo Rombaldi, il chirurgo del Santa Maria Nuova ucciso nella notte fra l’8 e il 9 giugno 1992, mentre parcheggiava nel garage del palazzo dove abitava con la famiglia, in via Fabio Filzi.

L’udienza ha inizio con la requisitoria della pm Maria Pia Pantani, quindi si passerà alle arringhe della difesa di Fontanesi, sostenuta dagli avvocati Giancarlo e Giovanni Tarquini, e alle parti civili. Dopodichè la corte si riunirà in Camera di consiglio per il verdetto. A seconda della durata degli interventi, l’udienza potrebbe essere aggiornata a domani.

Il compito della pubblica accusa non è facile: i superperiti nominati dal Tribunale alla fine hanno stabilito che non vi sono prove sufficienti ad affermare che la pistola Smith&Wesson all’epoca in possesso di Fontanesi sia quella che ha sparato a Rombaldi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *