Botte tra giovani: padre colpisce ragazzino con una pistola. Due all’ospedale

1fucili1/6/2014 – Questa notte una lite è degenerata, in una zona periferica di Reggio, con il risultato che due ragazzi sono finiti all’ospedale, e un uomo di 40 anni è stato denunciato per aver colpito con il calcio di una pistola il più giovane dei due, che aveva pestato suo figlio.

Con l’accusa di minaccia aggravata e lesioni personali i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia hanno denunciato alla Procura reggiana un 40enne di origini meridionali residente in città, sequestrandogli la pistola scacciacani risultata essere una calibro 8 marca Bruni, con la quale ha aggredito l’antagonista del figlio.

Il fatto questa notte, quando un 20enne reggiano che non voleva ricevere un “gavettone” dall’amico (un minorenne), ha litigato con quest’ultimo: tuttavia ha avuto la peggio, finendo in ospedale a seguito di un pugno che il baby bullo gli ha piazzato in faccia. Il maggiorenne è andato al pronto soccorso con un vistoso trauma al volo e una ferita allo zigomo, ma prima, col volto tumefatto, è andato a chiedere aiuto al padre. Questi è sceso in strada con una pistola scacciacani, e ha colpito il minore alla testa con il calcio dell’arma (per il ragazzino 3 giorni di prognosi).

Da qui l’intervento dei Carabinieri che ricostruivano l’accaduto sequestrando l’arma al 40enne, che alla luce delle risultanze veniva denunciato con l’accusa di minaccia e lesioni personali aggravate. La condotta del minorenne sarà segnalata alla Procura per i minorenni i Bologna.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *