Alex non ce l’ha fatta. Colpito da malore in campeggio, è morto all’ospedale “Versilia”

26/6/2014 – E’ morto ieri mattina all’ospedale unico della Versilia Alex Lusoli, 33 anni, di Carpineti, l’uomo in coma da sabato notte dopo un malore quasi certamente causato da un cocktail micidiale di droga (probabilmente eroina) e alcolici.

La tragedia si è consumato nella riviera versiliese, in un campeggio di Torre del Lago, dove Lusoli era arrivato con due amici reggiani per trascorrere il week end. Rientrati che era quasi mattina, gli amici hanno trovato Alex al suolo, esanime. Forse era in quelle condizioni da più di un’ora.

I medici del pronto soccorso ne avevano disposto l’immediato ricovero in Rianimazione. Ma non c’è stato niente da fare. Dopo quattro giorni in cui le funzione vitali sono state sostenute artificialmente dai macchinari, si è spento ieri mattina. Nel sangue sono state rinvenute tracce di alcol e, come detto, di droga, sembra eroina.

Il giovane lascia la mamma Lauretta, il padre Paolo e la sorella Jessica. Da anni tuttavia viveva da solo a Cà Sistofano, fra Marola e Felina.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *