“Aiuto, ci sono i ladri in casa del vicino”, invece erano addetti alle pulizie. Carabinieri mobilitati

27/6/2014 – I furti ormai sono talmente tanti che ormai è ricorrente la psicosi del ladro. Dopo la disavventura dei coniugi che accudivano le loro piante in terrazzo di notte, e sono stati scambiati per rapinatori, ecco un nuovo caso a Reggio città.

La chiamata al 112 da parte di un cittadino, insospettito sia dal fatto che la finestra al piano terreno del vicino, che si trovava a lavoro, fosse insolitamente spalancata, sia dal viavai di persone nello stesso appartamento, ha fatto gridare all’ennesimo furto in abitazione da parte dei soliti ignoti.

Arrivati sul posto i carabinieri si sono appostati nei pressi della finestra spalancata per sorprendere i “malviventi”. Infatti poco dopo i militari della Stazione di Corso Cairoli hanno fermato una coppia di cittadini kosovari che usciva dalla casa: ma non erano ladri, erano  incaricati della pulizia dell’abitazione.

Stavamo facendo le pulizie!”, hanno detto subito a Carabinieri. Quella che poteva apparire come una banale scusa è invece risultata corrispondere al vero. I carabinieri della Stazione di Corso Cairoli dopo pochi minuti hanno chiarito il malinteso. Lo stesso proprietario, rintracciato dai militari, dispiaciuto per i due collaboratori, ha ringraziato comunque i Carabinieri per l’efficienza e ha chiarito definitivamente la posizione dei due.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *