Spezza le dita alla madre e pesta la moglie: denunciato a Castellarano per dieci anni di violenze

20/5/2014 – Lasca sconcertati la sequela impressionante di violenze in famiglia che da qualche tempo viene a galla anche nel reggiano. L’ultimo caso è stato scoperto grazie alle indagini dei carabinieri di Castellarano.

Oltre dieci anni di offese, gravi minacce e brutali violenze ma sempre “dimenticate” e perdonate di fronte alla promessa del marito di cambiare atteggiamento. Lei, una 30enne italiana abitante in provincia di Reggio Emilia, ritira pertanto la denuncia, ma questa volta i Carabinieri della Stazione di Castellarano vanno a fondo alla vicenda documentando anni di violenze che non solo hanno coinvolto la moglie, ma hanno riguardato anche la madre dell’uomo.

Con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni i Carabinieri della Stazione di Castellarano hanno denunciato alla Procura reggiana un 37enne italiano abitante in provincia di Reggio Emilia, a carico del quale i Carabinieri hanno raccolto incontrovertibili elementi di responsabilità in ordine alle accuse a lui contestate compiute non solo ai danni della moglie ma anche della mamma.

E’ stata la donna nel mese di aprile a rivolgersi ai Carabinieri di Castellarano denunciando le violenze subite tra le mura domestiche (pugni, calci, minacce, offese etc) ad opera del marito, mai denunciato prima per timore di ritorsioni. Successivamente la donna tornava sui suoi passi non per paura, come riferito al Maresciallo, ma perché il marito le aveva promesso che sarebbe cambiato.

I carabinieri tuttavia proseguivano gli accertamenti, documentando non solo le violenze nei confronti della moglie ma anche nei confronti della mamma dell’uomo che nel 2010 era ricorsa alle cure mediche presso un ospedale della zona venendo dimessa con una prognosi di 30 giorni per delle fratture alle dita della mano destra. Fratture che secondo le indagini sarebbero da ricondurre alle violenze subite dal figlio.

Altro referto rilasciato alla moglie ed acquisito dai carabinieri documenta la violenza dell’uomo: ad aprile infatti sul corpo della donna erano state riscontrate tumefazioni ed ecchimosi varie cagionatele dal marito. Una grave situazione quella ricostruita dalle indagini dei Carabinieri di Castellarano, che quindi hanno proceduto d’ufficio denunciando l’uomo per le violenze.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *