Park Vittoria / Stop al cantiere? Gli operai dicono sì, il Comune nega: “Solo operazioni tecniche di routine”

16/5/2014 – I lavori di costruzione del contestato park Vittoria resteranno fermi almeno sino a dopo le elezioni, e non sarebbe escluso uno stop ancora più lungo. La notizia è stata riferita ieri pomeriggio da alcuni lavoratori, messi in libertà da oggi o da lunedì (si attendono conferme più precise) agli esercenti dell’isolato San Rocco che continuano la loro mobilitazione contro la costruzione dei box interrati nella zona del teatro Ariosto, zona fra l’altro a rischio archeologico. 

Non sono chiare le ragioni del blocco. L’ipotesi è che vi sia una relazione con il coinvolgimento di Filippo Lodetti Alliata, presidente della Reggio Emilia Parcheggi, nell’inchiesta milanese sula cupola degli appalti dell’Expo 2015. Oppure che qualcuno spinga per far abbassare la tensione in campagna elettorale su un tema, quello del park Vittoria, che vede il Pd oggettivamente in difficolta. Ieri sera, nel corso di una telefonata con la candidata Donatella Prampolini, il prosindaco Ferrari avrebbe negato che lo stop sia un’iniziativa dell’amministrazione comunale.

DONATELLA PRAMPOLINI: “SE SARA’ CONFERMATO TIREREMO TUTTI UN SOSPIRO DI SOLLIEVO”

“Da fonti non ufficiali apprendiamo che l’impresa costruttrice di Park della Vittoria avrebbe sospeso i lavori fino a dopo le elezioni e che gli operai sarebbero stati avvisati di tale decisione, per attendere il risultato elettorale. Siamo certi che la pressione del nostro esposto, così ben argomentato, abbia fatto la differenza, convincendo l’azienda a prendere una saggia decisione, al posto dell’amministrazione comunale che invece continua a ritenere ingiusta la causa di sospensione. Se le voci saranno confermate, tireremo tutti un sospiro di sollievo, anche perchè siamo convinti che il risultato delle urne consegnerà Reggio Emilia ad una nuova maggioranza, la nostra”.

Proprio la Prampolini ha inviato nei giorni scorsi un atto di intimazione per la sospesione dei lavori per almeno sessanta giorni, anche alla luce dell’inchiesta di Milano (la Guardia di Finanza ha sequestrato due computer nella sede della Reggio Emilia  Parcheggi), e il procuratore Grandinetti ha convocato un vertice con la polizia giudiziaria.

IL COMUNE SMENTISCE: NESSUNA SOSPENSIONE

16/5/2014 – Non vi è alcuna sospensione dei lavori per la realizzazione del parcheggio interrato e la riqualificazione di piazza della Vittoria. Lo afferma un comunicato diffuso oggi pomeriggio dal Comune di Reggio.

“Lunedì 19 maggio – scrive palazzo Civico – gli interventi proseguiranno come da cronoprogramma con la realizzazione delle opere di monitoraggio dei fabbricati circostanti, i tracciamenti, le ulteriori opere provvisionali volte a garantire illuminazione e sicurezza nelle aree circostanti il cantiere e la preparazione dei cordoli guida per i diaframmi.

Nessuna sospensione del cantiere, ma solo operazioni di coordinamento con i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’intervento, operazioni tecniche di routine per un cantiere di questa natura e in questa fase di avvio dei lavori, che comportano necessari momenti di condivisione e approfondimento delle lavorazioni.

In particolare, è stato necessario concordare con i soggetti gestori delle fibre ottiche presenti nel sottosuolo, nello specifico quelle di competenza della E-VIA/Retelit e di proprietà Fastweb, la disattivazione delle vecchie fibre e l’attivazione delle nuove appena realizzate nell’ambito dello stralcio relativo ai sottoservizi. Inoltre alla presenza della Soprintendenza ai Beni Archeologici, in cantiere giovedì scorso, sono state concordate le modalità di esecuzione degli scavi”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *