Baruffe cadelboschesi. Il sindaco è in vacanza, in tre nominano nuovo assessore e nuovo vicesindaco

8/5/2014 – Un assessore e un vicesindaco nominati seduta stante, e senza che nessuno lo venga a sapere. Per di più con il sindaco in vacanza. Roba da miracoli della Bassa, da penna di Giovannino Guareschi, che dà l’idea a quali livelli sia giunta la politica da queste parti.

E’ accaduto nel Municipio di Cadelbosco Sopra pochi giorni fa, esattamente il 29 aprile. Doveva riunirsi d’urgenza la Giunta Pd per decidere sugli spazi elettorali, tuttavia il sindaco era in vacanza, pure un assessore era in vacanza e il vicesindaco era assente per motivi di salute. Restavano tre assessori: troppo pochi per riunirsi. Ma a Cadelbosco, dove ne vedono di tutti i colori, considerati gli attentati di ‘ndrangheta e la puzza delle porcilaie, quelli del Pd non sono gente da sgomentarsi.

Così, in quattro e quattr’otto il capogruppo del Pdi Fabrizio Canali è diventato assessore (reintegrando il posto lasciato forzatamente libero da Chiara Giberti, alla quale furono malignamente revocate le deleghe per aver fatto campagna con Scelta Civica) e l’assessore Maria Cristina Corradini è diventata all’istante vicesindaco.

Il popolo lo ha appreso sono da poche ore, perché la delibera è stata depositata all’albo pretorio. Niente feste, nè fanfare e tanto meno comunicati. Anche perchè solo loro sanno come sia possibile nominare un assessore e un vicesindaco quando il sindaco, l’unico che ha il potere di farlo, è materialmente assente e lontano dal palazzo comunale. Qualcuno azzarda l’ipotesi della riunione telefonica, ma bisogna vedere se gli organi di controllo saranno d’accordo. Di certo è molto tempo che non si vedevano pasticci di regime di simili proporzioni. (p.l.g.)

Condividi

Una risposta a 1

  1. marco valli Rispondi

    09/05/2014 alle 16:44

    Siamo al teatrino dell’assurdo,i nostri amministratori si dilettano nei loro giochetti mentre l’asilo nido cade a pezzi, l’aria è irrespirabile,le falde acquifere inquinate,ecc ecc
    Quando poi invitiamo l’assessore e candidato sindaco Tania Tellini ad un contraddittorio pubblico con gli altri candidati (come da buona prassi democratica) rifiuta adducendo impegni inderogabili…..non è che sarebbe in imbarazzi a spiegare alla cittadinanza tutte queste amenità?
    MARCO VALLI
    CANDIDATO SINDACO DI RIFONDAZIONE COMUNISTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *