Park Vittoria/ Vertice in Procura: i Carabinieri indagheranno sull’appalto, prima e dopo. Grandinetti chiede lumi a Milano

16/5/2014 – Questa mattina il procuratore capo Giorgio Grandinetti e i suoi sostituti Valentina Salvi e Giulia Stignani hanno fatto il punto sul discusso parcheggio interrato di Piazza Della Vittoria. Su quest’opera, com’è noto, sono stati presentati diversi esposti, ultimo dei quali l’atto di intimazione firmato dalla candidata a sindaco Donatella Prampolini.

Il fascicolo che è stato aperto è il modello 5, cioè senza indagati e senza ipotesi di reato. E tale è restato anche dopo la riunione. I carabinieri approfondiranno tutti gli aspetti dell’assegnazione dei lavori, acquisendo, se necessario, altra documentazione anche su quanto è avvenuto successivamente all’assegnazione. Come già annunciato dal procuratore, sarà chiesto ai pm che si occupano dell’inchiesta milanese su Expo se, nelle loro indagini, abbiano casualmente trovato qualcosa che riguarda anche il parcheggio reggiano.

Nell’indagine milanese, infatti, è indagato, ma per le manovre intorno all’appalto dei servizi di mobilità dell’Expo mondiale di Milano, Filippo Lodetti Alliata, amministratore delegato di quella Reggio Emilia Parcheggi che sta facendo i lavori in piazza della Vittoria. Lodetti Alliata, secondo l’accusa, avrebbe conosciuto in anticipo il contenuto del bando milanese. Cosa che lui nega.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *