L’Aquila furiosa. Iva Zanicchi fuori da Strasburgo: “Basta politica, i nemici li hai in casa”

27/5/2014 – D’ora in poi il Parlamento europeo dovrà fare a meno di Iva Zanicchi, una delle parlamentari italiane più conosciute non soltanto in quanto Aquila di Ligonchio, dall’ugola come l’oro, che non arrugginisce mai, ma per la sua attività instancabile nei progetti di solidarietà e di sviluppo economico per l’Africa.

La Zanicchi è una vittima illustre del disastro di Forza Italia: aveva accettato controvoglia la candidatura nel Nord Est, forse presentendo qualcosa, e pur con un pacchetto di oltre 30 mila preferenze non è stata eletta. E’ arrivata quinta, ma gli eletti sono quattro. E ieri l’Iva nazional-reggiana, che dice sempre pane al pane e vino al vino, non ha nascosto la sua delusione, diciamo pure la sua incazzatura.

«Da questo momento non sono più una politica, ho già dato troppo senza ricevere nulla», ha detta subito dopo aver conosciuto il risultato. «Magari mi darò all’ippica ma non alla politica, che è una giungla dove i nemici veri sono quelli che hai in casa».

Poi un bel calcio negli stinchi ai big di Forza Italia: «Non sanno comunicare, tranne Berlusconi. Ed è un male, non sono incisivi».

Comunque è in buona compagnia: fra i trombati figurano Clemente Mastella, Paolo Guzzanti, Melania Rizzoli e l’ex portiere Giovanni Galli.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *