La valanga Renzi cambia l’Italia
Europee, Pd a Reggio al 56%

26/5/2014 – Matteo Renzi fa cappotto, doppia Beppe Grillo e il Pd supera il 40%: un risultato per il quale bisogna tornare alla Dc di fine anni Cinquanta. Un successo travolgente che nessuno aveva neppure lontanamente immaginato, men che meno gli istituti demoscopici che al massimo davano il Pd al 33% tallonato dai Cinquestelle (sino a poche ore fa convinti di vincere).

toy ok

Questo voto europeo ha incoronato Matteo Renzi a furor di popolo, e ha sconvolto il panorama politico Dell’Italia. A Strasburgo il Pd è ora il principale partito dell’area socialdemocratica, e fa da contraltare a Marine Le Pen, il cui partito è diventato il primo in Francia. Forza Italia e il centro destra sono ai minimi storici, completamente da ricostruire.

In provincia di Reggio i democrat fanno cappotto: ottengono il 56, 13% a livello provinciale (155 mila 304 voti), con un balzo di ben 13 punti percentuali rispetto al 43,2% del 2009. Nel comune capoluogo è al 55,31%.

Con un dato del genere Non vi sarebbe alcun ballottaggio per il sindaco: Luca Vecchi eletto al primo turno, anche se qualche sorpresa è sempre possibile. Vedremo dopo le 14, ora in cui inizierà lo scrutinio per le comunali.

Vediamo i risultati delle Europee

ITALIA – Affluenza 58, 68

Risultati IN PERCENTUALE (61.377 sezioni su 61.592)

PD 40,85%,M5S 21,15; FORZA ITALIA 16,79; LEGA NORD 6,18; NCD 4,37; TSIPRAS 4,03; FRATELLI D’ITALIA 3,66;
VERDI EUR. 0,89%; SCELTA Eur 0,71; IdV 0,65; SVP 0,50; IO CAMBIO-MEIE 0,17.

PROVINCIA DI REGGIO. RISULTATI DEFINITIVI

PARTITO DEMOCRATICO 155.304 VOTI 56,13%
MOVIMENTO 5 STELLE 19,41%
FORZA ITALIA 9,92
SVP 0,11
NCD-UDC 2,11
FRATELLI D’ITALIA 2
Scelta Europea 0,54

Italia dei Valori 0,36
Io Cambio-Maie 0,18
Fed. Verdi. 0,92
Lista Tsipras. 4%
Lega Nord. 4,32%

COMUNE DI REGGIO EMILIA (DEFINITIVI EUROPEE)

PARTITO DEMOCRATICO 55,31%
MOVIMENTO 5 STELLE 18,78%f
FORZA ITALIA 9,77
SVP 0,09
NCD-UDC 2,26
FRATELLI D’ITALIA 2,27
Scelta Europea 0,74
Italia dei Valori 0,33
Io Cambio-Maie 0,19
Fed. Verdi. 1,07
LISTA TSIPRAS 5,32
LEGA NORD 3,87%

A CORREGGIO PD OLTRE IL 60% ALLE EUROPEE

Nel Comune di Correggio il PD ha sfondato la barriera del 60%, ottenendo il 6,066 nelle elezioni europee. È il caso dell’Emilia tornata rossa, citato da Bonaccini questa notte a Porta a Porta, che ha fatto sobbalzare un Bruno Vespa ancora incredulo dopo la prima proiezione che dava il Pd al 40% nazionale.

EUROPEE 2014: I DATI DEFINITIVI COMUNE PER COMUNE DIFFUSI DALLA PREFETTURA DI REGGIO EMILIA

EUROPEE: I DATI DEFINITIVI COMUNE PER COMUNE DIFFUSI DALLA PREFETTURA DI REGGIO

EUROPEE: I DATI DEFINITIVI COMUNE PER COMUNE DIFFUSI DALLA PREFETTURA DI REGGIO

Be Sociable, Share!

6 risposte a La valanga Renzi cambia l’Italia
Europee, Pd a Reggio al 56%

  1. svuotamento Rispondi

    26/05/2014 alle 09:09

    Tutti in aereo per la Finlanda o la Svezia.

    • sara Rispondi

      26/05/2014 alle 15:10

      meno male!!!!!!!!

      • reciprocità Rispondi

        28/05/2014 alle 02:37

        in questo concordo pienamente

  2. Alessandro Raniero Davoli Rispondi

    26/05/2014 alle 12:28

    Scommessa persa. L’ho persa io o il nostro Paese?
    E’ evidente che il 40% sul 58% di votanti rappresenta il 23% degli elettori italiani.
    Qualche riflessione: caro (Leader) Renzi,governare l’Italia con il 23% dei votanti dalla tua parte dove ti porterà, quando non riuscirai a risolvere la drammatica crisi economica, quando i tuoi amici continueranno a spartirsi gli appalti e le tangenti(vedi EXPO e non solo), quando per gli otto milioni di poveri non ci sarà neanche la mancia degli ottanta euro, quando non potrai più garantire stipendi ai tre milioni e passa di dipendenti pubblici e pensioni ai 20 milioni di nostri anziani? e immigrati disperati continueranno ad invadere questa povera terra?
    Avevo detto che votavo M5S come l’infermo che va a Lourdes con la tenue speranza di un miracolo. Il miracolo,(come si poteva supporre data la rarità degli stessi), per ora non si manifesta.
    Il radicale cambiamento, se non per via democratica avverrà per ltra strada, e saremo costretti a imboccarla, e non saranno nè rose nè fiori, solo spine sanguinose, temo. Chi ha avuto paura oggi, e si è buttato sul PD governativo, e penso a larga parte dei ceti garantiti, dipendenti della P.A., media borghesia, professionisti, pensionati, elettori delusi da FI ecc, vedrà tra non molto, con terrore le conseguenze di tanta viltà depositata ieri nelle urne.
    Un saluto da un sondaggista mancato 🙂
    Alessandro Raniero Davoli

  3. mai mollare Rispondi

    26/05/2014 alle 13:04

    Non mi tengo Ghiggio.
    Preferisco la fucilazione pubblica che consegnarmi nelle loro mani.

  4. sara...perché ti amo.. Rispondi

    28/05/2014 alle 22:09

    Forse la Saretta è una di quelle che ha messo la crocetta per renzie.
    Una che non sa che Svezia e Finlandia sono paesi civili.
    Non sa ..non sa…non sa.
    Il resto è relativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *