Expo: primo workshop della Camera di commercio. Ospite la Serbia

28/5/2014 – Primo di una serie di incontri dell’imprenditoria reggiana, organizzato della Camera di commercio, con i Paesi partecipanti all’Expo 2015.  Ospite una delegazione della Repubblica di Serbia.

A tanta parte delle nazioni che parteciperanno all’Esposizione universale – sottolinea il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi – abbiamo rivolto l’invito ad incontrare la realtà reggiane, i suoi servizi e le sue imprese”. “Il nostro obiettivo – prosegue Landi – è duplice: far conoscere un territorio sicuramente attrattivo e capace di buona ricettività nei mesi in cui si realizzerà Expo 2015, ma anche stabilire subito, laddove possibile, rapporti commerciali e di collaborazione fra le nostre imprese e i Paesi ospiti per tutto ciò che concerne l’organizzazione della loro presenza al grande evento in programma a Milano”.

Proprio la Repubblica di Serbia, dunque, è stata la prima nazione ad aderire all’invito camerale, peraltro all’indomani di una catastrofe naturale (con inondazioni in tanta parte della Serbia) che ha provocato gravi danni e tante vittime. L’incontro ha avuto per protagonisti il Primo Consigliere per gli Affari Economici dell’Ambasciata della Repubblica di Serbia, Rade Berbakov, e il Console a Milano, nonché vicecommissario della Serbia per Expo 2015, Bojan Stevanovic.

Proprio a loro, Landi ha ricordato che “Reggio Emilia è ai vertici delle classifiche nazionali per esportazioni, qualità della vita e dei servizi socio-educativi e sanitari”.

Tutto questo– ha aggiunto il presidente della Camera di Commercio – non è casuale, ma è frutto di una ricerca dell’eccellenza che riguarda la meccatronica quanto le scuole, le iniziative culturali quanto le ceramiche, la formazione quanto la meccanica e l’agroalimentare e così via”.

Agli ospiti della Repubblica di Serbia, Landi ha poi lanciato uno specifico invito: “Siamo convinti di poter offrire esperienze, servizi e prodotti di grande pregio a chi cercherà uno spazio di qualificata visibilità nell’ambito dell’esposizione universale, progettando, allestendo e gestendo spazi che corrispondano a questo obiettivo, così come siamo convinti di poter offrire un’alta qualità ricettiva e turistica, agevolati anche da quella stazione medio padana della Tav che consente un rapido scambio con la sede di Expo 2015”.

All’incontro istituzionale (che si è tenuto nella sede di Palazzo Scaruffi della Camera di Commercio) sono poi seguiti confronti diretti fra gli esponenti della Serbia e quelli di 16 imprese reggiane impegnate in settori che vanno dai servizi turistici ai trasporti, ai servizi, alla progettazione, all’agroalimentare.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *