Controlli a tappeto sulle sale giochi e scommesse. Quattro esercizi irregolari. Un denunciato per raccolta abusiva

13/5/2014 – Nelle scorse settimane La Guardia di Finanza e l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno effettuato un’operazione congiunta di contrasto all’illegalità nel settore dei giochi e delle scommesse, focalizzata, in particolare, sul rispetto delle norme a tutela dei minori.

Nell’ambito di quest’ultimo piano straordinario di controllo eseguito a livello nazionale, sono stati controllati, su tutto il territorio di questa provincia, 23 esercizi e contestate 4 violazioni.

Le Fiamme Gialle e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno effettuato controlli allo scopo di verificare l’iscrizione degli esercizi nell’apposito elenco, il possesso delle autorizzazioni, l’integrità degli apparecchi da gioco, il collegamento alla rete dei Monopoli e l’identità dei giocatori, con particolare riferimento alle sale da gioco vicine ai punti di ritrovo dei giovani.

Le sanzioni contestate hanno riguardato violazioni amministrative alla normativa in materia (art. 110 del TULPS – Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, recentemente modificato dalla Legge di Stabilità 2013).

In un caso è stato riscontrata la raccolta abusiva di scommesse in violazione dell’articolo 4 della legge 401/1989 con la denuncia di un responsabile.

Tutela dei consumatori e tutela del bilancio nazionale sono due aspetti strettamente collegati nella lotta alle attività illegali nel settore dei giochi e delle scommesse, atteso che abusivismo e clandestinità a danno del monopolio statale determinano anche inevitabili ricadute sul piano fiscale.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *