Bach per fisarmonica: concerto del grande Patkovic al museo diocesano

8/5/2014 – Questa sera, giovedì 8 maggio, alle ore 21, nella Sala conferenze del Museo Diocesano (via Vittorio Veneto 6), nell’ambito del programma ‘Soli Deo Gloria‘, l’atteso concerto del fisarmonicista tedesco Denis Patkovic,uno di più grande della scena internazionale.

Il programma di questo concerto propone l’originale progetto ‘Gold mine variations’ di Patkovic con l’esecuzione alla fisarmonica dell’integrale delle Variazioni Goldberg di J.S. Bach inframmezzate dal brano Erz del compositore finlandese Jukka Tiensuu. Ingresso libero.

Il concerto è preceduto da un incontro, alle ore 16 nella sede dell’Istituto musicale ‘Peri-Merulo’ (via Dante Alighieri 11), con il maestro Patkovic che parlerà di ‘Tradizione e modernità nella trascrizione per fisarmonica delle Variazioni Goldberg di J.S. Bach’.

***

Denis Patkovic viene dalla piccola cittadina tedesca di Calw, situata nella provincia del Baden- Württemberg. La sua famiglia è però originaria della ex Yugoslavia, terra dove la fisarmonica è considerata strumento nazionale. Di conseguenza, già all’età di cinque anni viene avviato allo studio della fisarmonica, che lo conduce in seguito a una carriera professionale da solista, dopo aver completato gli studi alla Hochschule für Musik (Scuola Superiore di Musica) di Würzburg con il Prof. Stefan Hussong. Una borsa di studio della Deutsche Akademische Austauschdienst (Organizzazione Tedesca per gli Scambi Accademici) lo porta ad Helsinki dove studia con Matti Rantanen e con Jukka Tiensuu la pratica da concertista.

Nel 2008 ottiene quindi la laurea specialistica nella classe di Tiensuu alla Sibelius-Academy di Helsinki. Nel 2010 studia presso l’Università delle Arti di Tokio (Geijutsu Daigaku), lo Sho, strumento tradizionale giapponese. Ha tenuto concerti in tutta Europa, in Sud America, in Nuova Zelanda e in Giappone. Ha partecipato a festival quali lo Schleswig Holstein Musikfestival, il Festival di Salisburgo, la Settimana di Bach di Ansbach, il Ghent Flanders Festival e il Rotterdam Philharmonic Gergiev Festival. Ha registrato per la Südwestdeutsche Rundfunk insieme alla Deutsche Radiophilharmomie e all’Orchestra Filarmonica di Mainz, e ha suonato come solista con l’Orchestra Filarmonica di Bremer, con quella di Grießen, e con la Württembergische Kammerorchester di Heilbronn.

Ha avuto strette collaborazioni con compositori come, tra gli altri, Jukka Tiensuu, Keiko Harada, Adriana Hölszky, Uros Rojko e Marco Stroppa, che gli hanno dedicato vari brani. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra i quali il prestigioso premio per solisti della European Art Foundation. Patkovic ha debuttato discograficamente con le Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach (“Gold Mine Variations”) eseguite alla fisarmonica; il cd è stato premiato come “CD dell’anno” dalla rivista “Süddeutsche Zeitung”. L’ultima registrazione di Patkovic lo vede eseguire i concerti di J.S. Bach, da lui stesso appropriati alla fisarmonica, insieme all’Orchestra Filarmonica di Giessen, sotto la direzione di Michael Hofstetter.

Riviste quali il German Accordion Magazine gli hanno dedicato articoli da copertina; importanti riviste internazionali del settore hanno omaggiato le sue produzioni con giudizi molto positivi. E’ stato recentemente nominato Principale Professore Ospite di Fisarmonica presso il Senzoku Gakuen College of Music di Tokyo, il primo da sempre a ricoprire questo ruolo in Giappone.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *