Uzbeka presta l’iPhone a tunisino recidivo. Glielo recupera la polizia

16/4/2014 – Ieri sera alle ore 19,00 si è presentata in Questura una ragazza di origini uzbeke residente in città per denunciare il furto del suo iPhone 4S black. Ha riferito che circa mezz’ora prima aveva incontrato innanzi al teatro Municipale “Valli” un conoscente di nome di Aymen, che le ha proposto di fare una passeggiata; la giovane ha accettato.

Giunti in via Pansa, l’uomo ha chiesto in prestito alla ragazza il telefono iPhone 4S. Ha effettuato una chiamata dalla durata di circa 5 minuti, invitando più volte la giovane ad attenderlo più avanti, salvo allontanarsi improvvisamente e in tutta fretta col telefono.

La ragazza si è lanciata all’inseguimento dell’uomo che dopo un breve tratto è tornato indietro, affermando di aver perso il telefono.

Vista la situazione la vittima decideva di rivolgersi alla Polizia per sporgere denuncia. Attraverso un’applicazione tecnologica si riusciva a localizzare l’iPhone in via della Costituzione. Una Volante si portava immediatamente sul posto, ove in coincidenza del segnale veniva notata la presenza di una Mercedes con targa tedesca, con quattro persone a bordo.

Sui sedili posteriori dell’autovettura aveva preso posto il ricercato Aymen, la cui perquisizione personale permetteva di rinvenire nella tasca destra della giacca indossata il telefono rubato, che veniva poi restituito alla parte offesa in sede di denuncia.

Aymen Ziraoui, tunisino 29enne, pluripregiudicato, arrestato da una Volante l’ultima volta lo scorso 8 aprile per lesioni personali aggravate, allo stato beneficiario della misura alternativa dell’obbligo di firma, veniva arrestato per furto aggravato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *