Donatella svela sabato la sua lista: donne e uomini pari saranno. Forza Italia, il ritorno di Silvestro

2/4/2014 – Era tempo. Mentre continua a restare senza risposta la domanda che turba i sonni dei reggiani sul perché Luca Vecchi, candidato sindaco del centro-sinistra, abbia messo sui muri la sua faccia con lo sguardo intensamente proiettato verso gli orizzonti futuri, ma senza il simbolo del Pd e né di altri partiti, il polo civico e di centro destra guidato da Donatella Prampolini ha finalmente messo in moto la macchina elettorale.

Questa sera, alle 20,30, nella sede delle partito in via Roma 34, Forza Italia dà gli ultimi ritocchi alla propria lista nel corso di un’assemblea aperta a iscritti e simpatizzanti. Forza Italia formalizzerà l’apparentamento con la Prampolini. Il capolista azzurro sarà Giuseppe Pagliani, capogruppo Fi-Pdl in Provincia, di cui sono già comparsi i maxi manifesti in città.

Fra i 32 candidati sarebbero certe le conferme dell’avvocato Claudio Bassi e dell’avvocato Liborio Cataliotti (che sta preparando un grosso evento), ma nel complesso la lista sarà improntata al rinnovamento, con numerose new entry della politica, soprattutto studenti e professionisti. Ci sarà anche il ritorno alla politica di una “pantera grigia”: lo storico dell’arte Filippo Silvestro, consigliere di Forza Italia già negli anni Novanta (quando da bancario fu perseguitato per la sua attività politica a Reggio).

Grande attesa per la manifestazione di sabato mattina (Hotel Europa, ore 11,30) indetta da Donatella Prampolini per presentare il suo programma e la sua lista civica. Lo staff dalla presidente di Confcommercio fa quadrato intorno ai nomi e ai punti salienti della campagna elettorale. La lista sarà di sedici donne e sedici uomini: “E’ una squadra molto affiatata – dichiara la Prampolini a Rep – tutte le mattine ci riuniamo in WhatsApp per decidere gli interventi, valutare i giornali, approfondire i temi del giorno, organizzarci. I nomi? Li diremo sabato, posso dire che siamo riusciti a dare rappresentanza a tutta la città, sia per le aree territoriali sia per i professionisti. Ci sono due medici, una tassista, un avvocato, casalinghe, pensionati, artigiani, operai, un consulente finanziario, una guardia giurata, un barista, uno studente tunisino cittadino italiano”. In lista anche Tania Serri, anestesista del Santa Maria Nuova, l’imprenditore Cesare Bellentani, che ha lasciato Grande Reggio per seguire la Prampolini, e il manager Marcello Nizzoli.

L’incontro sarà “easy”, nel senso di non lungo nè pesante, per lasciare spazio al dialogo e a un aperitivo che tutti si augurano all’altezza delle qualità culinarie della candidata. Sarà condotto dal giornalista Roberto Iotti del Sole 24 ore. Ogni candidato si presenterà con un intervento lampo, poi botta e risposta con la candidata a sindaco di Reggio

***

“PARK VITTORIA, SCANDALOSO CONTINUARE I LAVORI. RINEGOZIARE IL CONTRATTO”

Proprio ieri Donatella Prampolini, dopo il suo no a Iren che macina utili “sulla nostra pelle”, ha continuato nei suoi interventi di rottura. Nel mirino questa volta il Park Vittoria: la candidata si è pronunciata a favore dell’interruzione dei lavori, per poi far decidere le sorti del cantire alla prossima amministrazione. Ecco la sua dichiarazione diffusa alla stampa:

“Siamo meravigliati della decisione presa ieri dalla maggioranza del Consiglio Comunale di Reggio Emilia, nella seduta dell’assemblea cittadina, di respingere un ordine del giorno presentato dal consigliere del Nuovo Centrodestra Cristian Immovilli relativo al rinvio dei lavori per il cantiere del parcheggio interrato di Piazza della Vittoria a dopo le elezioni del 25 Maggio.
 
Immovilli ha giustamente fatto notare che a poche settimane dal voto e in concomitanza con il termine di un mandato elettorale spetti ad una nuova amministrazione comunale e non a quella uscente la valutazione sul prosieguo di un progetto di tale portata.
 
La bocciatura della proposta è un atto che denota ottusità e incapacità di ascolto dell’attuale amministrazione cittadina. Sappiamo infatti che il progetto di Park Vittoria è un’opera ben poco gradita alla maggior parte dei cittadini reggiani, per numerose questioni di sicurezza urbana e ambientale, per questo la sospensione dei lavori a meno di due mesi dal voto sarebbe il minimo che un’amministrazione democratica uscente dovrebbe fare nel rispetto degli interessi dell’intera comunità.
 
La nostra lista civica, in merito al progetto, è l’unica a proporre una soluzione concreta. Tra i quattordici punti del programma, che presenteremo ufficialmente Sabato 5 Aprile all’hotel Europa a Reggio Emilia, per il Park Vittoria proponiamo una seria rinegoziazione del contratto con la possibilità, senza pagamento di una penale, di uno spostamento del progetto in altra sede attraverso la creazione di un silos per ricollocare con un preciso disegno ben 200 posti auto. Inoltre, attraverso una migliore disposizione dei parcheggi del centro storico, attualmente carenti e difficilmente fruibili, saremo in grado di liberare oltre 400 posti auto per i residenti e i visitatori della città”.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *