Poli vs Rubertelli: “Né io né Vanda né Malato candidati, però come ci piace quel Vecchi…”

di Mario Poli*

In questi giorni gli organi di stampa hanno dato il giusto rilievo alla presentazione della lista SvoltaRE che rappresenta una bella novità per la qualità ed eterogeneità dei candidati, tutti provenienti da vari mondi della società reggiana, dallo sport alle libere professioni, dal sociale e volontariato alla cultura e al lavoro, dall’ambiente al turismo, legati fra di loro dalla fiducia nel Governo Renzi e nel candidato Sindaco Luca Vecchi.

Ora l’evento può aver già creato nervosismo fra gli altri candidati Sindaci, ma ho trovato veramente sgradevole e acido il commento del Candidato Sindaco Cinzia Rubertelli, che si è lasciata andare a critiche solo offensive e denigratorie nei confronti dei suoi competitori.

Vorrei solo ricordare alla signora Rubertelli che nessuno dei tre nominativi da ella indicati, il sottoscritto, Vanda Giampaoli ed Emiliano Malato, è candidato nella lista SVOLTARE, quindi non esiste alcuna “folgorazione sulla via della Sala Tricolore.

Siamo però convinti sostenitori di questa lista perché fatta da cittadini reggiani, alla loro prima esperienza elettorale, spinti dalla importanza della partecipazione democratica dal basso, dal desiderio, al pari di tutti i candidati delle altre liste, di dare un sincero contributo al Bene Comune dei cittadini reggiani, da un vero e proprio amore per la nostra REGGIO, che merita di vivere una stagione di Miglioramento Qualitativo Complessivo, da qui il nome stesso della lista “SVOLTARE” e il loro programma di governo locale.

Quanto alla definizione che accompagna il mio nome, EX-UDC, ci tengo a precisare che sono tuttora un Dirigente Provinciale dell’UDC, partito in cui milito da anni e da cui non mi sono mai dimesso, anche se, insieme ad altri amici di partito, mantengo le mie libere critiche contro il suo rinnovato orientamento a favore del Centro Destra. D’altro canto in questa tornata elettorale  l’UDC non si è presentata con il proprio simbolo e una propria lista.

La mia preferenza verso il candidato Vecchi nasce da un giudizio positivo sulla persona, che ritengo una figura seria, responsabile, preparata, rispettosa anche delle idee e valori dei Moderati e Riformisti, quale ci sentiamo di essere noi facilitatori della lista SVOLTARE.

*capogruppo Udc consiglio provinciale uscente

***

L’intervento di Cinzia Rubertelli“Liste civiche civetta e sondaggi di comodo: il Pd ha paura”

19/4/2014 – “Al di là della manfrina dei sondaggi elettorali favorevoli passati alla stampa, che è un trucchetto già visto alle scorse elezioni, Luca Vecchi e il Pd si muovono come fossero in preda al panico. Adesso sul barcone di Vecchi sale anche una lista raccogliticcia di cosiddetti renziani, tra cui Vanda Giampaoli, ex Forza Italia, Mario Poli, ex Udc ed Emiliano Malato, ex un po’ di tutto: una compagine di ex oppositori del centrosinistra folgorati sulla via per la Sala Tricolore. In questo continuo imbarcare liste civiche composte alla bisogna, il Pd tradisce una notevole insicurezza per il risultato elettorale che lo attende, che sarà sicuramente ben lontano da certe cifre sbandierate con sondaggi dalla dubbia autorevolezza.

Noi dell’alleanza civica Grande Reggio-Progetto Reggio, unico vero schieramento civico, continuiamo il nostro cammino fieri della nostra coerenza, osservando quanto poca ce ne sia in giro in tempo di elezioni e confidando che anche i reggiani lo notino e reagiscano con un voto di netto cambiamento.

E con questo intendiamo rispondere anche a segretario provinciale del Pd Costa, così convinto che solo le idee del suo partito siano quelle che servono per Reggio. Ribadiamo che sfidiamo Vecchi quando e come vuole, in dibattiti pubblici e aperti al pubblico, perché siano i cittadini a giudicare le idee e le soluzioni”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *