Ondata di banconote false da 50 euro. Presa coppia di spacciatori in montagna

21/4/2014 – Dalla provincia di Napoli si sono trasferiti nel reggiano per rifilare banconote false agli esercenti dei comuni dell’Appennino. Sono però stati scoperti dai Carabinieri della Stazione di Casina che con l’accusa di concorso in spendita di banconote false hanno tratto in arresto una coppia di giovani campani.

Si tratta di un’estetista 23enne di Casalnuovo e di un 40enne di Napoli, entrambi condotti in carcere a disposizione della Procura reggiana. L’origine dei fatti poco dopo le 17,30 di ieri 18 aprile 2014 quando ai carabinieri di Casina giungeva la segnalazione del tentativo di piazzare una banconota falsa da 50 euro nel bar Centrale del paese, ad opera di una donna che poi si era allontanata a bordo di una Mercedes classe A condotta da un uomo. Immediatamente i Carabinieri di Casina avviavano le ricerche passando la segnalazione anche alla Polizia Municipale  del paese.

Nello scambio di informativa tra i comandi dell’Arma, si appurava che  la stessa donna poche ore prima aveva speso una banconota falsa da 50 euro all’interno di un negozio di abbigliamento di Ramiseto. A Casina convergevano anche i colleghi di Ramiseto e del Nucleo Operativo di Castelnovo Monti che concorrevano nelle ricerche dei due malviventi.

Così al Bocco di Casina i carabinieri rintracciavano una donna la cui descrizione corrispondeva perfettamente a quella della truffatrice che aveva tentato di spendere la banconota al bar Centrale.

All’interno della Mercedes, in un libro sul cruscotto, veniva trovato il biglietto da cinquanta euro falso. Condotti in caserma si accertava che gli stessi avevano tentato la spendita della stessa banconota anche presso una tabaccheria di Casina. Tutti i commercianti vittime dei due malviventi compresi quelli “visitati” al mattino, riconoscevano la donna, che in certi casi era riuscita nel colpo, ottenendo anche il resto dagli esercenti, naturalmente in soldi regolari.

Nel corso dell’attività i Carabinieri di Casina hanno sequestrato le banconote false da € 50.00, tutte con lo stesso numero di serie. Ora si cerca di risalire alla filiera dello smercio delle banconote false laddove, stando alle prime risultanze investigative, sembra che le banconote false arrivino proprio dalla Campania.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *