Grande raccolta alimentare di Coop Nordest: cento tonnellate, di cui trenta solo nel reggiano

2/4/2014Cento tonnellate di generi alimentari, di cui quasi 30 solo in provincia di Reggio. E’ il notevole risultato della prima raccolta alimentare di solidarietà lanciata da Coop Nordest nei suoi punti vendita sparsi in una dozzina di province.

Lo comunica la coop consumatori guidata da Paolo Cattabiani«La prima raccolta di alimenti della cooperativa è stata un successo e i risultati sono andati al di là delle aspettative di tutti – sottolinea una nota diffusa oggi – L’appello lanciato da Coop è stato compreso e subito raccolto: un risultato di cui la cooperativa è molto orgogliosa. Il legame fra Coop e il suo territorio è fondamentale perché testimonia in modo concreto cosa significhi oggi essere una cooperativa e fare parte in maniera attiva di un territorio».

Ma ecco i dati.  «Nelle 12 province in cui si trovano i punti vendita di Coop Nordest sono stati donati in totale oltre 100 mila kg di generi alimentari che hanno occupato oltre 6.000 cartoni da imballo. Omogeneizzati, alimenti per l´infanzia, pesce, carne e legumi in scatola che saranno destinati alle associazioni locali che assieme ai soci della cooperativa hanno collaborato alla raccolta. Con la supervisione svolta dai servizi sociali di tutti i Comuni in cui si è svolta la colletta, gli alimenti saranno donati in modo da rispondere concretamente ai bisogni esistenti nei diversi territori».

In provincia di Reggio Emilia, dove erano coinvolti 23 punti vendita, da Castelnovo ne’ Monti a Reggiolo e da Correggio a Scandiano, si sono raccolti oltre 29.300 kg di alimenti che hanno trovato posto in 1.850 cartoni di raccolta.

«L’iniziativa ovviamente ha avuto successo grazie al contributo di tutti: dai soci e clienti che hanno rinunciato a una spesa a favore delle persone in difficoltà, ai dipendenti della cooperativa che nei punti di vendita si sono resi disponibili ad affrontare un ulteriore carico di lavoro. Un grande ringraziamento infine va a tutti i volontari della cooperativa e delle associazioni coinvolte che con la loro presenza e il loro servizio nei punti vendita hanno realizzato un’opera straordinaria».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *