Droga e alcol: sette denunce e patenti ritirate. Centinia di controlli domenica sulle strade della montagna

14/4/2014 – Sei conducenti sono stati sorpresi dai Carabinieri della Compagnia di Castelnovo Monti a guidare dopo aver fatto uso smodato di bevande alcoliche, e uno dopo aver fatto uso di sostanze stupefacenti: a tutti e 7 i conducenti i Carabinieri hanno ritirato le  patenti di guida con denuncia per guida in stato d’ebbrezza e sotto l’influenza di stupefacenti.

Altri 3 sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti detenute per uso personale non terapeutico ed ora rischiano la sospensione della patente. A questi ultimi, che saranno segnalati quali consumatori di stupefacenti, i Carabinieri hanno sequestrato alcuni grammi di marijuana.

E’ il bilancio dei controlli stradali intensificati proprio in concomitanza con il weekend ad opera dei carabinieri di Castelnovo Monti con il fine di garantire maggior sicurezza sulle strade dell’Appennino. In tutto i Carabinieri hanno controllato 211 persone e 243 tra motocicli ed automezzi nei posti di blocco e di controllo eseguiti nelle arterie stradali di maggior traffico dove hanno proceduto anche alla contestazione di alcune contravvenzioni al codice della strada in prevalenza per violazioni delle norme di sicurezza stradale.

In particolare, come detto, hanno sorpreso tre 18enni di Parma in possesso di alcuni grammi di marijuana. Trattandosi di detenzione per uso personale non terapeutico gli stessi sono stati segnalati alla Prefettura reggiana che sulla scorta del rapporto stilato dai carabinieri potrà loro ritirare per la sospensione sino a 2 mesi i rispettivi documenti di guida ed espatrio posseduti.

I conducenti sorpresi con un tasso alcolemico superiore alla norma sono un 24enne di Carrara, un 34enne di Carpineti , un 44enne di Scandiano, un 20enne di Montefiorino (MO), un 31enne di Palagano (MO) ed un 35enne di Toano. Quello pizzicato alla guida dopo aver fatto uso di stupefacenti è un 34enne di Castellarano.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *