Cmr, crac Fiere, sicurezza, Iren. Pagliani suona la carica: “Questo Pd deve pagare il conto”

7/4/2014 – Di rulli compressori non c’è solo Renzi. Qui c’è anche Giuseppe Pagliani, il capolista di Forza Italia in Comune, che in piena sintonia con la candidata sindaco Donatella Prampolini ha innestato la quinta e sabato all’Amarcord ha lanciato la sua campagna-monstre, di fronte a un comitato elettorale sempre più esteso e diffuso capillarmente nel territorio (e che ha pure dato i voti ai manifesti dei candidati, non per fare dello spirito ma per analizzare pregi e difetti della concorrenza).

20140405_180945Pagliani dunque non ha atteso il completamento della lista azzurra per illustrare ai supporter ingredienti e temi di una campagna con “Reggio nel cuore” ma col bazooka politico in mano: l’obiettivo è centrare il ballottaggio, “e dobbiamo crederci tutti”. Anche per questo la campagna, diretta da Gianfranco Carugo, il migliore esperto di Reggio, sarà basata sul contatto famiglia per famiglia, finalizzato a realizzare il pieno di preferenze.

Il capolista azzurro ha ringraziato pubblicamente Donatella Prampolini per “il suo grande coraggio”, e ha rivelato che la candidatura della presidente di Confcommercio è nata una domenica pomeriggio, ragionando con Cristina Carbognani: “Insieme abbiamo individuato la Prampolini, e per canali differenti abbiamo ottenuto un mezzo sì. Quel pomeriggio abbiamo gettato le basi per una battaglia di cambiamento galvanizzante. Oggi corriamo con un’alternativa validissima, una scelta di cui dobbiamo andare orgogliosi perchè il ballottaggio è veramente a portata di mano. Dobbiamo solo crederci”.

20140405_180920L’avvocato di Arceto (che alle ultime provinciali aveva conseguito un grande successo personale anche nel capoluogo) ha illustrato i temi politici dello scontro, e si è capito che saranno fuoco e fiamme. Non solo una campagna propositiva, ma un attacco frontale a un sistema di potere in pieno tracollo su una serie di disastri su cui il centro sinistra è in grossa difficoltà: dai crac cooperativi (in particolare della Cmr su cui sarà condotta una campagna a sè) alle partecipate pubbliche come il crac delle Fiere di Reggio targato Pd. Senza trascurare gli intrecci di potere di Iren con costi a carico dei cittadini .

20140405_181037Posti di primo piano sia per la sicurezza come “valore assoluto”, sia per “una Reggio più bella”, così come per la riduzione del costruito: “Ci solo 10 mila immobili invenduti e sfitti, di cui solo 400 del crac Cmr, e comunque i volumi edificabili non torneranno mai più quelli di prima”. Sulle condizioni pietose della rete stradale reggiana “che sembra reduce da un bombardamento”, è pronto un dossier fotografico da diffondere con tiratura massiccia.

20140405_184214

Sul Park Vittoria è stato perentorio: “C’è bisogno di parcheggi per far vivere il centro, non di un’iniziativa garagista a favore di pochi privati. E me ne frego se due o tre colleghi di partito mi consigliano caldamente di non parlarne, perchè magari hanno prenotato un box…”. Fra gli altri temi in evidenza, le aree-vetrina per le eccellenze reggiane e la tecnologia, lungo l’A1, oggi occupate e deturpate dall’elettrodotto che l’amministrazione di centro sinistra non ha voluto interrare.

(Pierluigi Ghiggini)

20140406_164949

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *