Casa infestata a Cavola di Toano? Testimonianza choc: “Convivo con un fantasma”

18/4/2014 – Una casa del centro di Cavola di Toano è apparentemente infestata da uno spettro che ne combina di tutti i colori alla famiglia che abita lì. Il caso è stato rivelato sul Giornale di Reggio da un gruppo di studenti della zona che hanno intervistato la figlia dei proprietari dell’abitazione, il parroco del Paese e un ragazzo, amico, della famiglia, che ha confermato apparizioni e fenomeni strani.

Ecco di seguito due interviste raccolte da Sarah Carafa e Loubna Sbiou dell’Istituto superiore di Castelnovo Monti, e pubblicate dal Giornale di Reggio.

Cavola: strani rumori, strani avvenimenti. Il fantasma della ex proprietaria importuna i nuovi abitanti. Sembra la trama di un film a metà strada tra il comico e l’horror… ma non è così. Tutto questo accade a Cavola, comune di Toano, dove una casa al numero 10 di via Verdi è apparentemente infestata da uno spettro, la cui presenza è avvertita da tutta la famiglia. Lì ne succedono delle belle. Ce lo racconta la figlia dei proprietari.
Come ti chiami?
Benedetta D’ Elia.
Dove abiti?
A Cavola.
E’ vero che hai sentito la presenza di un fantasma?
Sì, io convivo con un fantasma. L’ho sentito, ma non l’ ho mai visto, a parte una foto dove è comparso il suo volto – una donna in apparenza giovane – comparsa in una foto scattata al nostro cane.
Quand’è stata la prima volta che l’hai sentito?
Circa quindici anni fa, quando ci siamo trasferiti in questa casa.
Ultimamente?
Sì, si fa sentire ogni tanto.
La conoscevate la donna della foto?
No.
Come avete saputo chi era?
Abbiamo mostrato la foto a don Raimondo Zanelli, il parroco di Cavola: lui l’ha riconosciuta come la persona che che abitava nella casa prima di noi. Era morta di vecchiaia nella stanza dove ora dormo io, e il suo corpo fu trovato dalla figlia dopo due settimane.
Hai paura dei fantasmi?
No. Ormai ci convivo.
E’ un fantasma maligno?
E’ un fantasma dispettoso, gli piace farci prendere paura però non ci ha mai fatto male fisicamente, quindi non lo è.
Avete mai fatto benedire la casa?
Sì, tutte le volte viene a benedirla don Zanelli.
Ci puoi raccontare alcuni fatti che ti sono accaduti?
Una sera ero a letto, stavo dormendo ed a un certo punto ho sentito il letto tremare: il fantasma si diverte a buttare per terra delle biglie. In diversi casi sulla poltrona, sulle sedie, sul letto e sul divano ho intravisto una forma come se vi fosse seduto qualcuno.
Un giorno salivo le scale per andare in camera, e mi sono sentita bloccare una gamba: non riuscivo più a muovermi.
E poi?
Ogni tanto mi sento chiamare: dice di lasciarla stare e di andarcene. Una sera ha iniziato a urlare, l’urlo sembrava provenire dalle scale. Voglio precisare che non solo io ho sentito la presenza di questo fantasma, ma anche tutta la mia famiglia. Ogni tanto mia sorella si sentiva toccare e qualche giorno fa mio fratello ha visto muoversi un un’auto giocattolo telecomandata, e il telecomando era senza pile.
Anche i miei genitori sentono dei rumori come se qualcuno sbattesse contro il muro. Anche il mio cane a volte si mette a piangere fissando il vuoto come se sentisse la presenza di qualcuno.
Mia cugina, una sera, mentre era a letto ha visto il suo lenzuolo alzarsi: ha pensato che fosse il cane, invece dormiva sul tappeto.

Parla il parroco Don Zanelli

La casa del fantasma è stata benedetta più volte dal parroco di Cavola, don Raimondo Zanelli, che oggi ha 84 anni ed molto amato dai suoi parrocchiani. Don Zanelli precisa di non credere ai fantasmi, ma aggiunge che in quella casa di via Verdi abitava una donna che si diceva praticasse riti strani.
Don Zanelli, lei crede ai fantasmi?
No, io non credo alla loro esistenza.
Chi abitava un tempo nella casa dove oggi vive la famiglia di Benedetta D’Elia?
In quella casa, prima di loro, abitava una signora che conoscevo. Era una persona a cui piaceva comandare, aveva quattro figlie, tre delle quali si sono sposate nel milanese e una qui in paese. In paese veniva chiamata “strega”, dicevano che praticasse dei riti.
Da dove proviene la famiglia che vive adesso in quella casa?
E’ della provincia di Lecce, sono onesti lavoratori e gente rispettosa, ma i due figli minori hanno avuto difficoltà a trovare lavoro.
Ha provato sensazioni strane quando è andato a benedire la casa?
No. Non ho provato alcuna sensazione strana, è stato come benedire qualsiasi altra abitazione.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Casa infestata a Cavola di Toano? Testimonianza choc: “Convivo con un fantasma”

  1. massimo Rispondi

    01/09/2016 alle 18:53

    ciao, sono massimo di reggio emilia e per hobbie e passione nei confronti del paranormale mi occupo di fare indagini li dove ci sono manifestazioni di entità… le risposte che ho letto dall’intervista mi fa capire che abbiamo di fronte un’entità benevole! nulla della quale preoccuparsi come dici tu! ho a disposizione attrezzatura per poter filmare, fotografare, registrazioni audio e se si e fortunati avere delle risposte in diretta tramite l’ovilus! se ti senti interessata a scoprire di più io sono disponibile, mi trovi su facebook al nome di massimo mancino oppure alla pagina facebook (laboratorio di ricerca sul paranormale) buona serata

  2. Valerio Rispondi

    17/12/2016 alle 13:20

    ….. Non è che si guardi un po’ troppo Dario Argento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *